Notizie, Eventi e Curiosità

Arezzo.Click

Notizie, Eventi e Curiosità

Notizie, curiosità e tutto quello che c'è da sapere nella provincia di Arezzo.

Ricerca Avanzata

“Giornata del Benefattore”. Domenica 2 ottobre alle ore 17.00 Santa Messa preso la Chiesa della Collegiata.

A seguire spettacolo di giochi di bandiera nella piazza antistante la Chiesa a cura del “Gruppo Storico e Sbandieratori Città di Castiglion Fiorentino”

“Solidarietà In Buone Mani”, l’Associazione presieduta da Don Giuliano Faralli e fondata da Padre Arturo Buresti, ripropone anche nel 2022 la “Giornata del Benefattore”.

Si tratta di un evento annuale in occasione del quale si intende ringraziare tutti i Benefattori e coloro che hanno sostenuto il raggiungimento degli obiettivi. Un momento di festa ma anche di riflessione e condivisione. “Anche quest’anno sono state coinvolte le associazioni in particolar modo l’Avo del comprensorio che ogni giorno offrono il loro tempo, in modo gratuito, alle persone fragili a causa di malattia, disagio, povertà o solitudine” spiega Don Giuliano Faralli.

L’iniziativa avrà luogo domenica 2 ottobre alle ore 17.00 con la Santa Messa preso la Chiesa della Collegiata in Castiglion Fiorentino, uno momento di preghiera, di riflessione e un pensiero forte ai Benefattori dell’Associazione che non sono più tra noi.

A seguire ci sarà uno spettacolo di giochi di bandiera nella piazza antistante la Chiesa grazie al “Gruppo Storico e Sbandieratori Città di Castiglion Fiorentino” che non poteva certo mancare. Grande protagonista del lungo viaggio di solidarietà iniziato con Padre Arturo Buresti e oggi testimonial di tante iniziative a favore dei progetti. La “Giornata del Benefattore” è patrocinata dal Comune di Castiglion Fiorentino. Al termine della serata verranno estratti i biglietti vincenti della sottoscrizione interna a premi il cui ricavato è interamente destinato al sostegno dei tanti progetti in corso. L’Associazione “Solidarietà In Buone Mani” opera sia in Africa, ovvero in Sierra Leone, che nello stato sudamericano del Perù. Grandi risultati sono stati raggiunti in entrambi i contesti: dalle scuole e strutture sportive realizzare in Sierra Leone grazie al sostegno diretto di Leonardo Pieraccioni al riconoscimento di “Eccellenza Italiana” ricevuto in Perù.

“Oltre all’invasione pacifica dei motociclisti che partecipano alla gara nazionale di Enduro torna la festa dedicata ai benefattori e a tutte quelle persone che a vario titolo dedicano il loro tempo agli altri. La giornata ben rappresenta, dunque, lo spirito castiglionese che da sempre si contraddistingue nel settore del volontariato, da quello sociale al culturale allo sportivo” dichiara l’assessore al Terzo Settore, Chiara Cappelletti.

Per maggiori informazioni su progetti e attività la due giorni sopra descritta ì l’occasione adatta. Don Giuliano e tutta l’Associazione “Solidarietà In Buone Mani” Vi invitano a partecipare!

Continua

Masaccio e Angelico. Dialoghi della verità nella pittura Visite guidate, attività e atelier sulla mostra

Museo terre Nuove e Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie San Giovanni Valdarno

San Giovanni Valdarnoi, 27 settembre 2022 - In occasione della mostra Masaccio e Angelico. Dialogo della verità nella pittura, il Comune di San Giovanni Valdarno, con il Museo Terre Nuove e il Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie, e l’Associazione MUS.E propongono una serie di iniziative rivolte ai diversi pubblici - giovani e adulti, famiglie con bambini, scuole di ogni ordine e grado - tese ad avvicinare alle opere e ai temi dell’esposizione.



La mostra fa parte del progetto Terre degli Uffizi de Le Gallerie degli Uffizi e Fondazione CR Firenze, all’interno dei rispettivi progetti Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei. Promossa dal Comune di San Giovanni Valdarno Masaccio e Angelico. Dialogo della verità nella pittura è curata da Michela Martini, Daniela Parenti, Carl Brandon Strehlke e Valentina Zucchi. L’esposizione presenta una rosa di capolavori dei due grandi pittori protagonisti, Masaccio e fra Angelico, in dialogo con altri protagonisti dell’entourage di Masaccio, offrendo uno sguardo sulle ricerche e sulle novità introdotte in pittura nei primi decenni del XV secolo.



La prima iniziativa proposta è Dialogo. Visite guidate alla mostra (in programma tutti i sabati alle 16 e le domeniche alle 16 e alle 17:30 per giovani e adulti, e dal martedì al venerdì alle 9:30 e alle 11 per le scuole secondarie di primo e secondo grado), che permette di cogliere la portata dell’opera che Masaccio e Angelico hanno introdotto nel mondo dell’arte. La prima parte della visita si snoda fra le sale del Museo delle Terre Nuove, dove sono esposti veri gioielli della pittura rinascimentale. Qui ricorre il tema iconografico della Madonna con bambino, declinato secondo le sensibilità dei pittori in mostra - Masaccio stesso, Masolino, Lo Scheggia - ma anche degli scultori coevi, i cui esiti sono testificati da un pregevole rilievo di bottega ghibertiana. A queste opere si accompagna un approfondimento sulla pittura di Mariotto di Cristofano, cognato di Masaccio, e di Andrea di Giusto. La visita prosegue presso il Museo della Basilica, dove è possibile apprezzare altri dipinti degli stessi artisti e approfondire il lavoro di fra Angelico, grazie a raffinatissime opere - spesso di devozione privata - in dialogo con la splendida Annunciazione del museo.

Dedicata ai più piccoli Il piccolo Masaccio e le Terre Nuove (per famiglie con bambini 4/7 anni - sabato 1, 15, 29 ottobre; 12, 26 novembre; 10-24 dicembre; 7 gennaio h17.30; per la scuola infanzia e la scuola primaria dal martedì al venerdì alle h9.30 e alle h11) si apre con il video animato che racconta di un bambino come altri, Tommaso (che diventerà il pittore Masaccio), intento a colorare nella sua dimora e distratto da rumori improvvisi: la cittadina è in subbuglio perché sotto assedio. Così, incuriosito, sale sulla torre del palazzo di governo per avere uno sguardo d’insieme e si trova in compagnia del Vicario, con il quale ha modo di guardare la città in cui vive con un’attenzione nuova. Al termine i partecipanti saranno coinvolti in una breve attività in mostra. Altra proposta per famiglie è infine In bottega, la pittura su tavola (per famiglie con bambini 8/12 anni - sabato 8, 22 ottobre; 5, 19 novembre; 3-17-31 dicembre; 14 gennaio h17.30; per la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado, dal martedì al venerdì alle h9.30 e alle h11) che permetterà ai partecipanti di calarsi nei panni di apprendisti di bottega per sperimentare direttamente le fasi di lavoro necessarie per realizzare un piccolo dipinto su tavola. Dopo una visita in mostra, ci si concentrerà infatti su opere scelte consentendo di cogliere alcuni aspetti peculiari della tecnica esecutiva, dalla preparazione del supporto alla stesura del colore.



Dialogo. Visite guidate alla mostra

Per chi e quando: per giovani e adulti - tutti i sabati alle h16 e tutte le domeniche alle h16 e alle h17.30

Per chi e quando: per la scuola secondaria di primo e secondo grado - dal martedì al venerdì alle h9.30 e alle h11

Dove: Museo delle Terre Nuove e Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie

Durata: 1h15′

Costi: €3 oltre al biglietto d’ingresso (€10 intero - €7 ridotto gruppi >15, over 65, 18/25 anni, possessori biglietto Cappella Brancacci - gratuito minori 18 anni, disabili e accompagnatori, guide turistiche e accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS, ICCROM, giornalisti. Riduzione 2x1 soci Unicoop)

Nelle seguenti date le visite sono gratuite e riservate ai soci Unicoop: 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 40 ottobre – 6, 12, 13, 19, 20, 26, 27 novembre – 4,11,18 dicembre – 7, 8 gennaio alle h16: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-terre-degli-uffizi-san-giovanni-valdarno-379237829557?aff=erellivmlt



Il piccolo Masaccio e le Terre Nuove



Per chi e quando: per famiglie con bambini 4/7 anni - sabato 1, 15, 29 ottobre; 12, 26 novembre; 10-24 dicembre; 7 gennaio h17.30

Per chi e quando: per la scuola infanzia e la scuola primaria (primo ciclo) -- dal martedì al venerdì alle h9.30 e alle h11

Dove: Museo delle Terre Nuove

Durata: 1h

Costi: €3 oltre al biglietto d’ingresso (€10 intero - €7 ridotto gruppi >15, over 65, 18/25 anni, possessori biglietto Cappella Brancacci - gratuito minori 18 anni, disabili e accompagnatori, guide turistiche e accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS, ICCROM, giornalisti. Riduzione 2x1 soci Unicoop)



In bottega, la pittura su tavola

17-31 dicembre; 14 gennaio h17.30

Per chi e quando: per famiglie con bambini 8/12 anni - sabato 8, 22 ottobre; 5, 19 novembre; 3-17-31 dicembre; 14 gennaio h17.30

Per chi e quando: per la scuola primaria (secondo ciclo) e la scuola secondaria di primo grado -- dal martedì al venerdì alle h9.30 e alle h11

Dove: Museo delle Terre Nuove

Durata: 1h15′

Costi: €3 oltre al biglietto d’ingresso (€10 intero - €7 ridotto gruppi >15, over 65, 18/25 anni, possessori biglietto Cappella Brancacci - gratuito minori 18 anni, disabili e accompagnatori, guide turistiche e accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS, ICCROM, giornalisti. Riduzione 2x1 soci Unicoop)



La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni:

Per le famiglie, i giovani e gli adulti: 055-9126213 info@museoterrenuove.it

Per le scuole: 055-2616788 didattica@musefirenze.it

    Continua

    Giovedi' 29 settembre al via al teatro di Cavriglia il festival “Ri-generazione”, una kermesse per giovani e giovanissimi con autori e artisti come Galiano, Lorenzon e Giammarco Sicuro

    Giovedi' 29 settembre al via al teatro di Cavriglia il festival “Ri-generazione”, una kermesse per giovani e giovanissimi con autori e artisti come Galiano, Lorenzon e Giammarco Sicuro

    Dal 29 settembre al 2 ottobre Cavriglia ospiterà, presso il Teatro Comunale, il festival “Ri-Generazione” organizzato dall'Associazione Culturale “LiberiLibri” con la collaborazione e il contributo del Comune di Cavriglia.

    Quattro serate, con inizio alle 21, e cinque ospiti che si racconteranno, parlando delle loro esperienze lavorative e di vita, dei loro hobby e di come tutto ciò può contribuire a instillare curiosità nelle nuove generazioni.

    Sono proprio queste, difatti, che maggiormente hanno subito il contraccolpo delle limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria da Covid.

    La ripartenza dopo gli anni di pandemia può e deve essere una sorta di “Ri-Generazione”, questo il motto degli organizzatori e questo il tema cruciale del festival.

    Partendo dal nostro Comune, le personalità coinvolte hanno consolidato o aumentato la loro fama proprio in questi ultimi due anni particolarmente difficili, in un’esperienza che vuol essere un messaggio per tutti: cercare una strada alternativa quando gli eventi sono imprevedibili.
    Gli ospiti, accuratamente selezionati per intervenire al Comunale di Cavriglia sono, come detto, cinque: iniziamo con Alessia Lo Piccolo e Alessio Bigini, due giovanissimi cavrigliesi, animator 3D lei, imprenditore lui, per poi proseguire con Andrea Lorenzon, il quale dà vita e voce ai suoi Cartoni Morti, la satira più irriverente del web, Enrico Galiano, da autore di bestseller a protagonista della rubrica “Una parola al giorno”, per chiudere con Giammarco Sicuro, scrittore e reporter Rai che recentemente ha passato molto tempo in Ucraina dove ha narrato la guerra da vicino.

    L'ingresso sarà sempre libero

    “Da sempre l'Amministrazione ha creduto e sostenuto tutte quelle attività che focalizzassero l'attenzione sui giovani, vero valore aggiunto di ogni società e di ogni comunità locale. Sono proprio loro che hanno il diritto e al tempo stesso l'onere di traghettare nel tempo i valori, gli obiettivi ed i traguardi conseguiti da chi li ha preceduti – queste le parole del Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni e dell'assessore alla cultura Filippo Boni - “Per questo motivo, abbiamo accolto con entusiasmo l'idea dell'Associazione LiberiLibri che ha organizzato una bellissima manifestazione con ospiti importanti che avranno la possibilità di arricchire il pubblico”.
    “Una ripartenza indispensabile, dopo la pandemia, che per la nostra Associazione LiberiLibri passa necessariamente dalla cultura, cibo dello spirito”- chiosa la Presidente Federica Baldini.

    Continua

    Giovedi' 29 settembre al via al teatro di Cavriglia il festival “Ri-generazione”, una kermesse per giovani e giovanissimi con autori e artisti come Galiano, Lorenzon e Giammarco Sicuro

    Giovedi' 29 settembre al via al teatro di Cavriglia il festival “Ri-generazione”, una kermesse per giovani e giovanissimi con autori e artisti come Galiano, Lorenzon e Giammarco Sicuro

    Dal 29 settembre al 2 ottobre Cavriglia ospiterà, presso il Teatro Comunale, il festival “Ri-Generazione” organizzato dall'Associazione Culturale “LiberiLibri” con la collaborazione e il contributo del Comune di Cavriglia.

    Quattro serate, con inizio alle 21, e cinque ospiti che si racconteranno, parlando delle loro esperienze lavorative e di vita, dei loro hobby e di come tutto ciò può contribuire a instillare curiosità nelle nuove generazioni.

    Sono proprio queste, difatti, che maggiormente hanno subito il contraccolpo delle limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria da Covid.

    La ripartenza dopo gli anni di pandemia può e deve essere una sorta di “Ri-Generazione”, questo il motto degli organizzatori e questo il tema cruciale del festival.

    Partendo dal nostro Comune, le personalità coinvolte hanno consolidato o aumentato la loro fama proprio in questi ultimi due anni particolarmente difficili, in un’esperienza che vuol essere un messaggio per tutti: cercare una strada alternativa quando gli eventi sono imprevedibili.
    Gli ospiti, accuratamente selezionati per intervenire al Comunale di Cavriglia sono, come detto, cinque: iniziamo con Alessia Lo Piccolo e Alessio Bigini, due giovanissimi cavrigliesi, animator 3D lei, imprenditore lui, per poi proseguire con Andrea Lorenzon, il quale dà vita e voce ai suoi Cartoni Morti, la satira più irriverente del web, Enrico Galiano, da autore di bestseller a protagonista della rubrica “Una parola al giorno”, per chiudere con Giammarco Sicuro, scrittore e reporter Rai che recentemente ha passato molto tempo in Ucraina dove ha narrato la guerra da vicino.

    L'ingresso sarà sempre libero

    “Da sempre l'Amministrazione ha creduto e sostenuto tutte quelle attività che focalizzassero l'attenzione sui giovani, vero valore aggiunto di ogni società e di ogni comunità locale. Sono proprio loro che hanno il diritto e al tempo stesso l'onere di traghettare nel tempo i valori, gli obiettivi ed i traguardi conseguiti da chi li ha preceduti – queste le parole del Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni e dell'assessore alla cultura Filippo Boni - “Per questo motivo, abbiamo accolto con entusiasmo l'idea dell'Associazione LiberiLibri che ha organizzato una bellissima manifestazione con ospiti importanti che avranno la possibilità di arricchire il pubblico”.
    “Una ripartenza indispensabile, dopo la pandemia, che per la nostra Associazione LiberiLibri passa necessariamente dalla cultura, cibo dello spirito”- chiosa la Presidente Federica Baldini.

    Continua

    La Bruschi Bk team ai nastri di partenza

    Questa mattina nell’aula magna del Centro di Geotecnologie è stata svelata la squadra di basket femminile che quest’anno disputerà il campionato di serie A1

    Si apre il sipario sulla Bruschi Bk team versione 2022-2023.

    E’ stata presentata questa mattina nell’aula magna del Centro di Geotecnologie, la squadra di basket femminile di San Giovanni Valdarno che quest’anno disputerà il campionato di serie A1. Determinazione, consapevolezza, entusiasmo per sognare ancora e continuare a volare. Lo scorso anno infatti le ragazze hanno conquistato la massima serie al termine di una stagione incredibile: 23 vittorie in 26 gare in campionato e la conferma nel percorso pulito dei playoff.
    In questo 2022 – 2023 la squadra è quasi completamente rinnovata con giocatrici provenienti da tutta Italia ma anche da Stati Uniti, Ungheria, Francia e Australia. Obiettivo? Restare in A1.

    “Lo scorso campionato la Bruschi BK Team ha fatto sognare tutta la nostra città regalandoci una straordinaria promozione in A1, la massima serie di basket femminile – ha dichiarato Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni Valdarno – Avere una squadra che disputa il campionato nella categoria più alta è motivo di grande orgoglio e sono felice di presentare la squadra, poter conoscere le ragazze e far loro capire che quando loro scendono in campo, tutta la comunità è al loro fianco, a lottare su ogni palla insieme a loro. Ringrazio la società, la Polisportiva Alberto Galli, i dirigenti, l’allenatore e lo staff tecnico per l’impegno profuso. Mi auguro che, nel corso del campionato, le ragazze possano dimostrare le qualità che hanno, portando il nome di San Giovanni Valdarno in tutta Italia – ha concluso il sindaco”.

    Alla conferenza di presentazione erano presenti il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, l’assessore allo sport Nadia Garuglieri, il vice presidente della Polisportiva Galli Luca Livi, il capo allenatore Alberto Matassini, il primo assistente Andrea Franchini, il secondo assistente Andrea Dolfi, il preparatore atletico Luca Caponi e la squadra di basket al completo. Il team, per la stagione 2022-2023 sarà composto da Emilia Bove (capitano), Maria Lazzaro, Alice Milani, Licia Schienbacher, Lucia Missanelli, Elisabetta Tassinari, Alexis Whitted Payton, Madeleine Claire Garrick, Awa Geanne Trasi, Sara Varga e Matea Atanasovska.

    “C’è stato un impegno notevole della società per mettere insieme una rosa in grado di affrontare questo campionato”, ha sottolineato il vice presidente Luca Livi. “Sappiamo che sarà un anno difficile ma siamo fiduciosi. L’obiettivo è la salvezza. Sabato iniziamo subito affrontando il Ragusa, una delle big di questa stagione. Ma, come si dice ‘la partita inizia sempre dalle 0 a 0’. Un in bocca al lupo a queste ragazze e tutto lo staff”.

    “Esattamente un anno fa – aggiunge l’allenatore Alberto Matassini – ci presentavamo come la squadra da battere, avevamo una missione ambiziosa e l’abbiamo raggiunta. Adesso siamo esattamente dove volevamo essere e il nostro intento è quello di rimanerci. Siamo altrettanto consapevoli delle difficoltà del nuovo percorso: occorrerà un lavoro non soltanto fisico e tecnico ma anche mentale. Il fatto però di avere davanti una stagione complicata non vuol dire che non avremo soddisfazioni. E’ uno stimolo per tirar fuori tutta la nostra determinazione”.

    Al termine della prestazione la società e la squadra hanno voluto donare al sindaco di San Giovanni Valentina Vadi, ex giocatrice di basket, la maglia numero 10 della Bruschi Bk team.

    Continua

    I quadri di Edoardo Bennato in mostra a Castiglion Fiorentino.

    Martedì 18 ottobre ore 12.00 inaugurazione presso la Pinacoteca. Giovedì 27 ottobre ore 21.00 Teatro Spina concerto dell’arista.

    Quadri e canzoni di Edoardo Bennato di scena il prossimo mese di ottobre.

    Martedì 18 alle ore 12.00 verrà inaugurata, presso il Sistema Museale Castiglionese, la mostra denominata “In Cammino” , una trentina di quadri tra cui 6 nuovi, mentre giovedì 27 al Teatro Spina concerto dell’artista partenopeo che sarà accompagnato da un quartetto d’archi e la soprano Maria Chiara Chizzoni e che aprirà la stagione teatrale.

    “Ho cominciato a disegnare le copertine dei miei album” – afferma il cantante-architetto via social dalla pagina facebook del sindaco Mario Agnelli – “e poi mi sono dedicato alla pittura realizzando dei quadri. A Castiglion Fiorentino presenterò una nuova serie di circa 30 opere”.

    Tutti i particolari del doppio appuntamento, quindi, con l’artista-cantante Edoardo Bennato che caratterizzerà l’autunno culturale della città castglionese verranno svelati lunedì 3 ottobre a mezzogiorno durante una conferenza stampa che si terrà presso la Sala San Michele di Palazzo Comunale. “Un doppio appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della musica e dell'arte. A Castiglioni non ci si ferma mai e il più bel successo è sempre il prossimo” conclude il sindaco Mario Agnelli.

    Continua

    Ecco Bright 2022, la notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori

    Giovedì 29 settembre e venerdì 30 settembre in programma due giornate a San Giovanni Valdarno per raccontare il mondo delle scoperte e della conoscenza al pubblico di tutte le età. Laboratori, dimostrazioni, esperimenti, conferenze che coinvolgono la cittadinanza in un percorso avvincente attraverso le varie dimensioni della ricerca. A fine articolo gli aggiornamenti sulle date degli appuntamenti causa maltempo.

    “Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research”: i ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca. Questo significa la parola Bright.

    Un’occasione per avvicinarsi all’affascinante mondo della scienza ed entrare in contatto con le persone che della ricerca hanno fatto la propria missione quotidiana.
    Bright 2022, la notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori è la manifestazione ideata dalla Commissione Europea con l’obiettivo di diffondere la cultura scientifica. Si svolge in Toscana venerdì 30 settembre. E anche San Giovanni Valdarno non ha voluto mancare lo speciale appuntamento con due giornate pensate per raccontare il mondo delle scoperte e della conoscenza al pubblico di tutte le età. Laboratori, dimostrazioni, esperimenti, conferenze che coinvolgono la cittadinanza in un percorso avvincente attraverso le varie dimensioni della ricerca.

    Questa mattina, al Centro di Geotecnologie dell’Università di Siena in via Vetri Vecchi 34 è stata presentata la manifestazione che, nella città di Masaccio, inizierà giovedì 29 settembre.
    Erano presenti il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi, l'assessore alla cultura Fabio Franchi, quello all'istruzione Nadia Garuglieri e il presidente del Centro di Geotecnologie Riccardo Salvini.

    “Siamo lieti – hanno dichiarato il sindaco Valentina Vadi e gli assessori Fabio Franchi e Nadia Garuglieri – che per il quarto anno consecutivo la Notte europea della Ricerca, grazie al Centro di Geotecnologie e alla Università di Siena, si svolga anche a San Giovanni Valdarno. Il fatto che San Giovanni sia sede del Bright 2022, a fianco di capoluoghi di provincia sedi universitarie, è indubbiamente motivo di orgoglio per tutti noi, ed è il frutto della presenza di un importante centro universitario di ricerca e formazione qual è il Cgt, la maggiore struttura italiana per le ricerche geologiche applicate, che peraltro sta ampliando e rafforzando la propria attività e la propria mission grazie ad un impegno determinato e costante degli ultimi anni, che lo hanno visto riportare i corsi universitari in presenza qui a San Giovanni, dopo molti anni di assenza. Grazie alla presenza di istituti scolastici attivi e all’avanguardia nella didattica, anche in questo 2022 le attività di Bright coinvolgeranno i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze delle scuole di ogni ordine e grado di San Giovanni Valdarno, non soltanto come fruitori ma soprattutto come organizzatori in prima persona delle attività laboratoriali che saranno realizzate nella giornata di venerdì 30 settembre nelle due piazze del centro storico e nel Giardino di Epicuro. Per la prima volta prenderanno parte anche gli studenti dell’Istituto Superiore Benedetto Varchi di Montevarchi. Il tema su cui si incentra Bright 2022 è la difesa del pianeta, argomento al quale i giovani sono particolarmente sensibili. 'Difendiamo il pianeta A: le scienze applicate scendono in piazza' è il titolo della iniziativa, anticipata, il giovedì pomeriggio a Palomar Casa della Cultura, da una lectio magistralis del professor Simone Bastianoni, ordinario di chimica dell’ambiente all’Università di Siena e uno dei massimi esperti di ambiente e sostenibilità ambientale. San Giovanni Valdarno si conferma una città attenta ai giovani e alla loro formazione in grado di costruire, in sinergia, occasioni ed opportunità che si trovano solitamente nei capoluoghi di provincia”, hanno concluso il sindaco ed i due assessori.

    “Eccoci anche quest’anno con l’appuntamento annuale della ricerca che scende in piazza – ha commentato il presidente del Centro di Geotecnologie Riccardo Salvini –. Un momento importante in cui il territorio e l’Università̀ si incontrano, si contaminano e festeggiano a favore della cittadinanza e, soprattutto, dei giovani con studenti che vanno dalla scuola primaria fino alle superiori. Desidero ringraziare i colleghi docenti della sede di Siena, il Comune di San Giovanni Valdarno e, in particolar modo, gli insegnanti delle scuole locali di San Giovanni e Montevarchi. Quest’anno, oltre agli habitué Licei Giovanni da San Giovanni e ISIS Valdarno, il programma prevede anche numerosi eventi a cura dell’Istituto di Istruzione Superiore Benedetto Varchi di Montevarchi e delle scuole secondarie di primo grado Masaccio e Marconi di San Giovanni Valdarno. In tutto saranno allestiti circa 40 eventi tra piazza Cavour, piazza Masaccio e il Giardino di Epicuro. Insomma, ce n’è per tutti dalla sostenibilità alle tecnologia, dalla moda al cibo. La disponibilità e lo spirito di collaborazione con cui hanno tutti accolto la proposta sono stati meravigliosi e desidero sottolinearlo. Speriamo in un’ottima realizzazione”.

    Si inizia giovedì 29 settembre alle 17,30 a Palomar, (confermata) la Casa della cultura con “Aspettando Bright”. Il professore ordinario di chimica dell'ambiente dell'Università di Siena Simone Bastianoni terrà la conferenza dal titolo “Sostenibilità e cibo”. Bastianoni è anche coordinatore del dottorato di ricerca in scienze ambientali, geologiche e polari e delegato alla sostenibilità dell’Università degli Studi di Siena. Nel 2004 ha ricevuto la prima Prigogine Junior Medal for research in complex systems che si aggiunge al Meritorious Award dall’International Institute for Advanced Studies in Systems Research and Cybernetics del 2011.
    Presidente della International Society for the Advancement of Emergy Research (Emergy Society) e membro dello Standard Committee del Global Footprint Network, che “sviluppa gli standard e raccomanda le strategie per assicurare che l’impronta ecologica sia applicata in maniera corretta e coerente”. Ha organizzato i primi due congressi mondiali proprio sull’impronta ecologica: Footprint Forum 2006 e Footprint Forum 2010.

    Si prosegue giovedì 6 ottobre (non più 30 settembre causa maltempo) dalle 9 alle 13 al Giardino di Epicuro in via Bolzano e dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 in piazza Cavour e piazza Masaccio con gli stand didattici rivolti agli studenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado, a cura del Centro di Geotecnologie, degli Istituti Scolastici di San Giovanni Valdarno e dell’Istituto di istruzione Superiore "B. Varchi" di Montevarchi. “Difendiamo il pianeta A: le scienze applicate scendono in piazza”, il titolo delle iniziative che coinvolgeranno giovani e adulti avvicinandoli al mondo della scienza e delle sue applicazioni pratiche.
    Tutti gli eventi in calendario sono gratuiti.

    Dalle 18,30 e fino alle 24 la festa continua con il dj – set “After Bright. Undergorund solution” allo Spazio Pineta in Lungarno Don Minzoni.

    _________________________________________

    - Riportiamo di seguito comunicato aggiornato

    Bright 2022, i laboratori e gli stand didattici di domani sono rinviati a giovedì 6 ottobre

    Confermata la conferenza di questo pomeriggio alle 17,30 a Palomar con il professore ordinario di chimica dell'ambiente dell'Università di Siena Simone Bastianoni dal titolo “Sostenibilità e cibo” e il dj – set “After Bright. Undergorund solution” in programma domani dalle 18,30 allo Spazio Pineta in Lungarno Don Minzoni.

    Cambio di programma per Bright 2022 a San Giovanni Valdarno.
    A causa delle possibili avverse condizioni meteo previste per la giornata venerdì 30 settembre, i laboratori e gli stand didattici in programma per domani sono rimandati a giovedì 6 ottobre.

    Resta confermato l'appuntamento di oggi pomeriggio alle 17,30 a Palomar, la Casa della cultura con “Aspettando Bright”. Il professore ordinario di chimica dell'ambiente dell'Università di Siena Simone Bastianoni terrà la conferenza dal titolo “Sostenibilità e cibo”. Bastianoni è anche coordinatore del dottorato di ricerca in scienze ambientali, geologiche e polari e delegato alla sostenibilità dell’Università degli Studi di Siena. Nel 2004 ha ricevuto la prima Prigogine Junior Medal for research in complex systems che si aggiunge al Meritorious Award dall’International Institute for Advanced Studies in Systems Research and Cybernetics del 2011.
    Presidente della International Society for the Advancement of Emergy Research (Emergy Society) e membro dello Standard Committee del Global Footprint Network, che “sviluppa gli standard e raccomanda le strategie per assicurare che l’impronta ecologica sia applicata in maniera corretta e coerente”. Ha organizzato i primi due congressi mondiali proprio sull’impronta ecologica: Footprint Forum 2006 e Footprint Forum 2010.



    Domani, venerdì 30 settembre, tempo permettendo, dalle 18,30 e fino alle 24 ci sarà il dj – set “After Bright. Undergorund solution” allo Spazio Pineta in Lungarno Don Minzoni.



    Si svolgeranno invece giovedì 6 ottobre dalle 9 alle 13 al Giardino di Epicuro in via Bolzano e dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 in piazza Cavour e piazza Masaccio gli stand didattici rivolti agli studenti della scuola primaria e secondaria di I e II grado, a cura del Centro di Geotecnologie, degli Istituti Scolastici di San Giovanni Valdarno e dell’Istituto di istruzione Superiore “B. Varchi” di Montevarchi. “Difendiamo il pianeta A: le scienze applicate scendono in piazza”, il titolo delle iniziative che coinvolgeranno giovani e adulti avvicinandoli al mondo della scienza e delle sue applicazioni pratiche.


    Bright 2022, la notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori è la manifestazione ideata dalla Commissione Europea con l’obiettivo di diffondere la cultura scientifica. Un’occasione per avvicinarsi all’affascinante mondo della scienza ed entrare in contatto con le persone che della ricerca hanno fatto la propria missione quotidiana.

    Continua

    Il Cavrigliese Antonio Gabellini, per tutti Superpippo, sbarca in Malesia Con I Killer Queen

    Una trasferta intercontinentale per il gruppo valdarnese che fa da suggello ad una carriera brillante e longeva

    Il chitarrista cavrigliese di adozione Antonio Gabellini, conosciuto da tutti come Superpippo e che aveva fondato già nel 1995 la band dei “Queen”, non si ferma e continua a sorprendere regalondosi e regalando al gruppo attuale dei “Killer Queen” una trasferta internazionale che appone il sigillo su una carriera sfavillante.

    Infatti, dopo il grande successo ottenuto nel 2019, nel prossimo ottobre i Killer Queen voleranno nuovamente in Malesia per un doppio concerto organizzato in occasione di “Starlight Festival 2022” a Genting Highland, nelle vicinanze di Kuala Lumpur.

    Principio ispiratore del gruppo è il concetto che mai si debba cercare un'unità di misura legata alla somiglianza fisica, all'abbigliamento identico, ai movimenti studiati e a tutto ciò che rende una semplice imitazione fine a se stessa. A ciò si aggiunge il fatto che per i Killer Queen il modo migliore per tributare un artista sia quello di incarnarne lo spirito, cercando di interpretarne il pensiero.

    Nel corso degli anni il gruppo è cresciuto dal punto di vista professionale, annoverando musicisti di fama ed esperienza e arricchendo il repertorio: un percorso bellissimo che ha travalicato i confini nazionali!

    Continua

    Corso di formazione per diventare imprenditori di se stessi.

    Opportunità riservata ai giovani che non lavorano e non studiano e che desiderano avviarsi verso un futuro di piccoli imprenditori.

    La locandina informativa arriva da Enforma Srl che illustra la proposta, ogni fase dell’attività proposta è assolutamente gratuita, riservata ai soggetti NEET fino ai 30 anni.

    “Come Amministrazione accogliamo con piacere e favoriamo l’implementazione di progetti riservati ai giovani. Dargli le informazioni giuste e gli spunti per iniziare a costruire il loro futuro è fondamentale” conclude la consigliera Beatrice Berti con delega alle Politiche Giovanili e Orientamento al Lavoro.

    Per informazioni aggiuntive è possibile contattare la consigliera Berti alla mail consigliere.berti@comune.castiglionfiorentino.ar.it

    Continua

    Benemerenza Nazionale Per La Sezione Della Misericordia Di Cavriglia Per La Gestione Del Covid

    L'abnegazione e la grande generosità dei Confratelli della Misericordia di Cavriglia è stata notata e premiata dal Presidente Nazionale della Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia

    La Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia, su deliberazione del Consiglio e rappresentata dal Presidente Nazionale, ha conferito alla Sezione cavrigliese della Misericordia di San Giovanni Valdarno un attestato di benemerenza per “la generosa abnegazione con la quale ha parecipato all'organizzazione delle azioni di contrasto alla Pandemia da Covid-19. Con carità, passione ed encomiabile spirito di servizio ha contribuito a soccorrere e sostenere la popolazione alleviando le sofferenze e i disagi delle nostre comunità così duramente provate dal complicato momento.”

    Queste le parole riportate nell'attestato di benemerenza che rappresenta un motivo di orgoglio e di soddisfazione non solo, ovviamente, per i Confratelli della Misericordia di Cavriglia che mettono a disposizione della comunità il loro tempo e le loro energie, togliendoli spesso alle loro famiglie, ma anche per l'Amministrazione Comunale che è fiera di ospitare nel comune una realtà così dedita al bene comune.

    “Con profonda soddisfazione ho accolto la notizia del riconoscimento della benemerenza alla Misericordia di Cavriglia che, con passione, amore per il prossimo e profonda dedizione ha gestito l'emergenza pandemica e continua ogni giorno a mettere il proprio operato a servizio della comunità tutta.”- commenta con orgoglio il Primo Cittadino Leonardo Degl'Innocenti o Sanni.

    Dello stesso tenore la reazione del Responsabile della Sezione della Misericordia di Cavriglia, Gabriele Parti: “ Sono commosso nel vedere un riconoscimento così prestigioso che premia il lavoro di tutti i volontari impegnati quotidianamente a Cavriglia: quello che anima il nostro lavoro è sicuramente dettato dal cuore.”

    Continua

    AVVISO PUBBLICO Scadenza 14 Ottobre

    “Indipendenza e autonomia – InAut”.

    C’è tempo fino al prossimo 14 ottobre per presentare la domanda di partecipazione all’avviso pubblico emersso dalla Zona Distretto Valdichiana Aretina denominato "Indipendenza e Autonomia – InAut" terza annualità, che finanzia interventi in materia di Vita Indipendente. InAut ha l'obiettivo di sostenere l’attivazione di progetti integrati, personalizzati e finalizzati alle necessità individuali, che consentano alla persona con disabilità di condurre una vita in condizioni di autonomia, al pari degli altri cittadini, attraverso misure di sostegno che favoriscano la crescita della persona e il miglioramento della propria autonomia, finalizzata prioritariamente a specifici percorsi di studio, di formazione e di inserimento lavorativo, nonché per le funzioni genitoriali e della vita domestica e di relazione. Possono presentare domanda per la partecipazione al progetto InAut esclusivamente le persone con disabilità in possesso dei seguenti requisiti:

    - età superiore a 18 anni e condizione di disabilità non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità;

    - certificazione di gravità ai sensi dell'art. 3, comma 3, della legge 104/92 o riconoscimento di una invalidità rilasciata da una commissione medico legale, non inferiore al 100%;

    - residenza sul territorio della Zona Distretto Valdichiana Aretina, ossia in uno dei seguenti comuni: Cortona, Castiglion Fiorentino, Foiano della Chiana, Lucignano e Marciano della Chiana.

    L'avviso pubblico e la relativa modulistica per la presentazione della domanda sono reperibili sul sito: https://www.uslsudest.toscana.it.

    Per informazioni è possibile rivolgersi a: - Dr.ssa Londi Valentina – Assistente sociale Azienda Usl Toscana sud est, Zona Distretto Valdichiana Aretina, email: valentina.londi@uslsudest.toscana.it - telefono: 0575/639890,
    lunedì, mercoledì e venerdì ore 9.00/11.00 e giovedì ore 15.00/17.00
    - Dr.ssa Domenichelli Clara, Ufficio Amministrativo Zona Valdichiana Aretina - telefono:
    0575/639826, lunedì e venerdì ore 9.00/11.00.

    Continua

    Fondazione ITS Prodigi: Professioni Digitali

    Corso ITS IOT DEVELOPER: presso la Delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud un percorso ad alta specializzazione tecnologica per favorire l’occupazione dei giovani nel mondo digitale.

    Si è tenuto, presso la Delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud l’Open Day per la presentazione del corso ITS IOT DEVELOPER, finalizzato a formare giovani con competenze tecniche per realizzare e gestire lo sviluppo di sistemi software.

    Fabrizio Bernini e Antonio Capone (rispettivamente, Presidente e Direttore Generale di Confindustria Toscana Sud), Daniele Simoncini (docente del corso), e Davide Catani (Chief Technology Officer SECO spa) hanno incontrato i giovani e le persone interessate fornendo informazioni, presentando il piano di studio e sensibilizzandoli sulle opportunità professionali che si creano perseguendo dei percorsi formativi tecnici qualificati, creati per coprire le reali necessità del tessuto industriale.

    L’ITS IoT Developer è un corso post diploma di alta qualità sui temi dell’ICT e del digitale, volto a creare figure in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo del territorio e sviluppare metodi per l’innovazione delle imprese. Una vera e propria Academy indirizzata a giovani diplomati dai 18 ai 29 anni che desiderano intraprendere un percorso di crescita nel mondo dell’informatica, specializzandosi sulla programmazione e la realizzazione di software in ambito mobile, web e Cyber Security. Il corso prevede 25 posti ed è possibile iscriversi fino al 10 ottobre.

    Per essere ammessi, oltre al superamento della prova di selezione, è necessario essere in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore o, in alternativa, essere in possesso di un diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale ed aver frequentato un corso annuale integrativo di istruzione e formazione tecnica superiore. Il percorso avrà una durata biennale per un totale di 2000 ore, di cui 900 nelle aziende del settore. Le altre ore verranno erogate nella sede operativa ITS di Arezzo (presso Confindustria Toscana Sud, via Roma 2).

    Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, come nel classico orario lavorativo.

    Al termine del percorso l’allievo conseguirà un Diploma Tecnico Superiore con la certificazione delle competenze corrispondenti al V livello del Quadro europeo delle qualifiche (European Qualification Framework). “Le aziende socie della Fondazione ITS Prodigi - ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI, SECO, ABB E-MOBILITY e READYTEC - sono importanti realtà del settore ICT che sono state coinvolte nella progettazione di percorsi ITS nel territorio aretino in quanto, come molte altre aziende del settore, hanno l’esigenza di personale qualificato in ambito ICT che hanno difficoltà a reperire – dice Fabrizio Bernini, Presidente di Confindustria Toscana Sud – l’istituzione di una Fondazione con una sede territoriale ad Arezzo offrirà una formazione qualificata e specialistica ai giovani diplomati e permetterà alle aziende di avere
    personale specializzato in questo ambito. Tra gli obiettivi dell’ITS c’è anche quello di incentivare l’occupazione femminile nei settori STEM: vogliamo infatti incoraggiare le ragazze ad intraprendere un percorso formativo dedicato all’ICT, area dove la presenza femminile risulta ancora troppo marginale”. Per maggiori informazioni sul corso è possibile rivolgersi ad Assoservizi srl (Via Roma 2 Arezzo, tel. 0575/401707, arezzo@itsprodigi.it ).

    Continua

    Specializzazione post diploma, 15 studenti dei licei Giovanni da San Giovanni hanno iniziato l’apprendistato in ABB

    Si tratta del percorso Ifts (istruzione e formazione tecnica superiore) post diploma che permetterà di formare la figura del tecnico di industrializzazione del prodotto e del processo.

    E' già operativo il progetto pilota di apprendistato duale, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, che coinvolge i licei Giovanni da San Giovanni e ABB, leader a livello mondiale nell’elettrificazione, nella robotica, nell’energia e nell’automazione che da pochi mesi ha aperto un nuovo stabilimento a San Giovanni Valdarno sostenibile, moderno e ad alta innovazione.

    Primo passo l'avvio del percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts) post diploma. Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti il sindaco di San Giovanni Valdarno, l’assessore all’istruzione, Jacopo Baldoni, manufacturing engineering manager di ABB, Anna Scuotto, responsabile nazionale sistema duale Ali Marianna Ceruzzi district manager di Ali spa, Martina Evangelista, direttrice dell'agenzia Pratika e la dirigente scolastica dei Licei Giovanni da San Giovanni Lucia Bacci accompagnata dal neo diplomato al liceo di scienze umane Daniele Ciapi che ha iniziato il percorso di specializzazione post diploma in apprendistato.

    “Il progetto di Ifts e apprendistato duale tra i licei Giovanni da San Giovanni e Abb è molto importante per la nostra città, oltre che rappresentare un unicum in Toscana, poiché coinvolge per la prima volta un liceo”, ha dichiarato il sindaco di San Giovanni Valdarno. “Siamo orgogliosi e soddisfatti di essere riusciti a mettere in piedi questa opportunità per gli studenti e per le studentesse di San Giovanni Valdarno e del Valdarno attraverso una progettualità che nasce da una precisa volontà politica: costruire un ponte, un collegamento tra le scuole del nostro Comune – ed in particolare tra i licei Giovanni da San Giovanni – e l’azienda ABB che ha a San Giovanni uno stabilimento, moderno e tecnologicamente avanzato, in zona Sant’Andrea. Questo era un punto qualificante del programma elettorale di mandato: costruire, attraverso una stretta collaborazione con il territorio, sinergie per potenziare l’offerta formativa delle scuole superiori di San Giovanni Valdarno a vantaggio dei ragazzi e delle ragazze del Valdarno. Il progetto costituisce un passo importante e concreto in questa direzione. Adesso si cominciano a vedere i frutti di un piano nato quasi un anno fa, con i ragazzi che sono stati individuati ed hanno sottoscritto il contratto di apprendistato che da questo anno studieranno all’università e faranno esperienza diretta nella azienda. Credo che l’insediamento di una azienda ad alto valore tecnologico e sostenibile come ABB sia una vantaggio per un territorio da numerosi punti di vista, non ultimo perché innesca progettualità virtuose come questa che consentono ai giovani di trovare la propria strada nella vita”, ha concluso il sindaco.

    Dei 180 studenti coinvolti nel progetto, 36 hanno manifestato il proprio interesse a partecipare una volta conseguito il diploma superiore e 15 sono stati selezionati. La figura professionale in uscita è il tecnico dell'industrializzazione del prodotto e del processo, una figura professionale trasversale che può essere impiegata in qualsiasi processo produttivo.

    “Il percorso di specializzazione post diploma in apprendistato - ha commentato l’assessore all’istruzione del comune di San Giovanni Valdarno – presentato oggi è la realizzazione della prima parte di quel progetto complessivo che prevede di conseguire, in una filiera formativa, il diploma di liceo e la specializzazione professionalizzante post diploma con un sistema di apprendimento duale. Siamo orgogliosi come amministrazione di aver contribuito alla realizzazione di questo progetto che per i Licei rappresenta una novità assoluta a livello nazionale e per i giovani del nostro territorio una ulteriore opportunità di formazione e quindi di incrementare la propria occupabilità”.

    ABB ha da subito deciso di abbracciare il progetto in linea con la propria strategia di sostenibilità.

    “Siamo davvero entusiasti per questa iniziativa che è un ulteriore passo per rafforzare il legame di ABB E-Mobility con il territorio del Valdarno”, ha sottolineato Jacopo Baldoni, manufacturing engineering manager di ABB. “Conferma il nostro impegno nello stimolare la crescita di giovani talenti e professionalità da integrare nella nostra realtà aziendale con l’obiettivo di coniugare crescita e responsabilità verso la comunità locale”.

    Il progetto si configura come pilota, sia a livello regionale che nazionale in quanto realizzato nell’ambito dei licei, i licei Giovanni da San Giovanni. Il percorso Ifts, così come l’apprendistato duale, è di solito utilizzato dagli studenti degli istituti tecnici e professionali considerati, in genere, con un’impostazione più pratica delle competenze. L’impatto culturale di questo progetto potrà essere utile per legittimare tale sistema.

    “Questo percorso di didattica potenziata – ha aggiunto la dirigente scolastica dei Licei Giovanni Da San Giovanni Lucia Bacci – rappresenta la possibilità di ‘una scuola oltre i muri’. Non si può più pensare, al mondo d’oggi, che l’educazione si esaurisca all’interno della aule scolastiche. Il compito fondamentale della scuola rimarrà la formazione umana dell’uomo, del pensiero critico, creativo e valoriale ma questa missione non può non tener conto dei nuovi contesti, deve aprirsi ai nuovi scenari che la tecnologia e l’innovazione permettono. Il percorso Ifts el’apprendistato duale puntano a mettere a disposizione degli allievi tecnologia competitiva, esercizio di competenze relazionali in contesti differenti ed accesso a scenari occupazionali contingenti o futuri; potranno vedere e capire le ricadute pratiche di conoscenze teoriche”.

    “Sono entusiasta dell’esperienza appena iniziata – ha testimoniato Daniele Ciapi – Abbiamo la possibilità di vedere e apprendere i processi reali di un’azienda leader a livello mondiale. Neanche per un momento ci siamo sentiti schiacciati ma accolti e valorizzati”.

    Il progetto si avvale del fondamentale supporto di Ali Spa e prevede la partecipazione volontaria degli alunni di tutti gli indirizzi dei licei.

    “La scuola, insieme a noi – hanno spiegato Anna Scuotto, responsabile nazionale sistema duale Ali e Marianna Ceruzzi district manager di Ali spa – si è fatta portavoce dell'opportunità e ha messo a disposizione spazi per effettuare i colloqui di selezione e i test di cultura generale. Negli ultimi tempi assistiamo ad un disaccoppiamento tra domanda e offerta di lavoro sul mercato che nasce da uno scollamento nelle competenze e che mina la competitività del sistema Italia. Progetti come questo sono importanti non solo perché danno una concreta opportunità per i giovani ma rendono il territorio più attrattivo per le imprese. Auspichiamo di poter replicare questo modello di collaborazione con le scuole affinché sempre più studenti possano avere accesso al mondo del lavoro conciliando formazione e lavoro contrattualizzato”.

    “L’abbandono scolastico e la dispersione scolastica non sono emergenze da sottovalutare”, le parole di Martina Evangelista, direttrice dell'agenzia Pratika. “Devono essere capite, studiate per sapere come affrontarle. Credo che il progetto di Ifts e l’apprendistato duale siano rilevanti perché mettono al centro gli apprendimenti concreti in realtà di eccellenza. E sono apprendimenti che potranno orientare e arricchire la didattica, l’azienda e anche le politiche amministrative”.

    Prossimo step sarà l'attivazione del processo di apprendistato duale per il conseguimento del diploma a cui i ragazzi potranno partecipare già dal quarto anno di superiori e che si collegherà in maniera naturale all’Ifts. Permetterà di coniugare la formazione on the job con l’istruzione scolastica. In pratica si tratta di una tipologia di contratto che consente ai giovani di frequentare un percorso di istruzione per conseguire un titolo di studio e, contemporaneamente, di essere assunti come apprendisti, anticipando l’ingresso nel mondo del lavoro. Istituzioni e imprese cooperano e collaborano per trasmettere a ragazzi e ragazze le competenze necessarie per l’acquisizione del diploma prescelto e per sviluppare la professionalità richiesta dall’azienda.

    Continua

    Decalogo per il risparmio energetico.

    Semplici regole di buona pratica, perché ogni azione nella direzione giusta, ci avvicina all’obiettivo più alto della tutela dell’ambiente.

    Contro il caro bollette e gli aumenti dei costi dell'energia, il Comune di Castiglion Fiorentino ha stilato un decalogo per il risparmio energetico. I primi a metterlo in atto saranno proprio gli uffici comunali con la regolazione della temperatura ambientale che non potrà superare i 18-19 gradi. Modifiche sull’orario di illuminazione di monumenti e parchi. Le luci sul Castello di Montecchio e sulla Torre del Cassero si spengono a mezzanotte mentre quelle di piazza Garibaldi si spengono alle ore 1.00.

    Rimarranno accesi solo dei piccoli fari che illumineranno, rispettivamente, il Foro Boario e la Torre del Cassero mentre nelle scuole è in corso la sostituzione dei sistemi per l’illuminazione d’interni con sistemi a led, a basso consumo energetico. Illuminate, invece, come consuetudine le strade. Un vero e proprio vademecum del risparmio energetico, quindi, rivolto a cittadini e cittadine castiglionesi dove vengono indicati i comportamenti, le azioni e le buone pratiche che aiuteranno l'Amministrazione, le imprese, le famiglie e i singoli cittadini a contenere le conseguenze del caro energia e nel contempo ad attuare comportamenti e abitudini capaci di tutelare l'ambiente, contrastare il cambiamento climatico e salvaguardare le spese.

    Il decalogo verrà affisso sia in tutte le strutture comunali che nei luoghi pubblici e privati che ne faranno richiesta. Il vademecum propone una serie di azioni, buone pratiche, comportamenti e consigli pensati per sensibilizzare e indirizzare i castiglionesi a un uso corretto ed efficiente del riscaldamento e del condizionamento domestico, nonché a contrastare gli sprechi domestici di acqua, gas e luce. Spazio anche ai suggerimenti ed indicazioni specifiche per le attività commerciali, gli uffici e i luoghi di lavoro sempre più attenti a non sprecare energia.

    Il vademecum energetico è solo l’ultimo atto di una serie di azioni e di progetti realizzati nel corso di questi anni in materia di efficientamento energetico, promozione e sviluppo delle fonti rinnovabili su edifici pubblici da parte dell'Amministrazione che proprio in questi mesi si è attivata anche per rientrare in possesso di 6 impianti fotovoltaici presenti nel territorio. Questi impianti, oltre che produrre energia da fonti rinnovabili attraverso risorse naturali consentono all'amministrazione comunale anche di ottenere il cosiddetto “conto energia”, vale a dire incentivi economici previsti per la remunerazione di Kwh prodotti dall'impianto fotovoltaico.

    Continua

    I manoscritti non bruciano, Bulgakov debutta in teatro

    Al Teatro Verdi di Monte San Savino nuova residenza artistica con la rilettura de “Il Maestro e Margherita” in attesa del Festival dello Spettatore 2022

    Il Teatro Verdi di Monte San Savino torna a farsi residenza d’arte, creatività e produzione teatrale ospitando in questi giorni l’allestimento dello spettacolo “I manoscritti non bruciano”, una coproduzione Teatro Macondo, C.A.P.I. Consorzio Altre Produzioni Indipendenti e Teatro di Anghiari, con la collaborazione e il supporto dell’Istituto di Cultura e Lingua Russa di Roma e con il supporto del Festival dello Spettatore 2022. Il debutto nazionale è previsto venerdì 30 settembre alle ore 21:15 sempre nella cornice del Verdi con la possibilità, grazie al festival, di raggiungere il teatro anche da Arezzo con il pullman dello spettatore (prenotazione obbligatoria). Partenza dal Parcheggio Rossellino alle ore 20:00. Ingresso € 10,00 – ridotto soci Unicoop Firenze, under 25 e over 65 € 8,00.

    La residenza artistica, ospitata a Monte San Savino da Officine della Cultura, in collaborazione con Comune di Monte San Savino e A.S. Monteservizi nell’ambito del progetto “Artisti nei territori” finanziato dal MiC Ministero della Cultura e da Regione Toscana, porterà in scena un lungo lavoro di ricerca e indagine della compagnia intorno al romanzo “Il Maestro e Margherita” di M. A. Bulgakov. Con la consapevolezza che il romanzo contenga in sé, profeticamente, alcune tra le domande che sfidano il contemporaneo: quanto può costare la ricerca del proprio ruolo nella società? Quanta arroganza si rivela nel credersi indiscutibilmente dalla parte dei giusti? Quanta paura esiste nel prendere una decisione che porti fuori dal consenso comune?

    Così i protagonisti raccontano il progetto: «“Il Maestro e Margherita” è un’opera letteraria ingombrante, illuminante e complessa. Tenteremo la creazione di un’opera al contempo ridente e profonda, che riesca a restituire al pubblico l’allegria del pensiero; che riesca a comunicare la percezione della mediocrità ma anche della sublimità del mondo che viviamo, che faccia intravedere una speranza, quella che seppur vivendo in una società complessa, difficile e ostile, non tutto è perduto; che il senso di condivisione, il libero pensiero, l’aspirazione a qualcosa di più alto, non sono qualcosa di morto e inutile. Perché come ribatte Woland, “i manoscritti non bruciano”. Il clima causato dal conflitto russo-ucraino ha impattato concretamente sulla realizzazione del lavoro soprattutto per il diffuso clima di diffidenza verso la cultura russa. Ci domandiamo quindi quando e come un’opera d’arte smetta di essere patrimonio universale dell’umanità e diventi patrimonio culturale di una nazione».

    Testo di Alessandra Chieli. Supervisione Francesco Petti. Con Emilio Barone (Berlioz, Il Maestro, Intellettuale Massolit, dottore), Alessandra Chieli (Cantante, Stëpa, Margherita), Anton de Guglielmo (Ivan, Azazello, Intellettuale Massolit), Francesco Petti (Woland, Intellettuale Massolit). Voci Filippo Pagotto (Ponzio Pilato), Michele Guidi (Gesù), Roberto Nisivoccia (Caifa). In video Michele Guidi (Gesù) e Andrea Merendelli (Caifa). Direttore tecnico e luci Stefan Schweitzer. Musiche originali e sonorizzazione Francesco Petti e Emilio Barone. Sonorizzazione, immagini e montaggio Alessandra Chieli. Programmazione Emilio Barone. Costumi Armida Kim. Assistente di scena Emma Tramontana. Regia Alessandra Chieli. Immagine originale I manoscritti non bruciano Giovanna Guariniello. Foto di scena e video Alessandro Gallo e Francesco Dejaco.

    Prevendite e prenotazioni presso Officine della Cultura, via Trasimeno 16, Arezzo, con orario dal lunedì al venerdì 10:00 > 13:00 e 15:30 > 18:00. Tel. 0575 27961 – 338 8431111 – biglietteria@officinedellacultura.org - www.officinedellacultura.org. Info Festival dello Spettatore tel. 331 7880087 – segreteria@reteteatralearetina.it. Prevendite online presso Circuito BoxOffice Toscana e su TicketOne.it. Biglietteria il giorno di spettacolo presso il Teatro Verdi con apertura un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

    Continua

    Cavriglia: al via il 29 settembre a teatro il festival “Ri-generazione”, una kermesse per giovani e giovanissimi con autori e artisti come Galiano, Lorenzon e Giammarco sicuro

    Quattro serate, cinque ospiti che si raccontano, coinvolgendo i più giovani che maggiormente hanno sofferto le limitazioni per l'emergenza Covid

    Dal 29 settembre al 2 ottobre Cavriglia ospiterà, presso il Teatro Comunale, il festival “Ri-Generazione” organizzato dall'Associazione Culturale “LiberiLibri” con la collaborazione e il contributo del Comune di Cavriglia.

    Quattro serate, con inizio alle 21, e cinque ospiti che si racconteranno, parlando delle loro esperienze lavorative e di vita, dei loro hobby e di come tutto ciò può contribuire a instillare curiosità nelle nuove generazioni.
    Sono proprio queste, difatti, che maggiormente hanno subito il contraccolpo delle limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria da Covid.
    La ripartenza dopo gli anni di pandemia può e deve essere una sorta di “Ri-Generazione”, questo il motto degli organizzatori e questo il tema cruciale del festival.
    Partendo dal nostro Comune, le personalità coinvolte hanno consolidato o aumentato la loro fama proprio in questi ultimi due anni particolarmente difficili, in un’esperienza che vuol essere un messaggio per tutti: cercare una strada alternativa quando gli eventi sono imprevedibili.
    Gli ospiti, accuratamente selezionati per intervenire al Comunale di Cavriglia sono, come detto, cinque: iniziamo con Alessia Lo Piccolo e Alessio Bigini, due giovanissimi cavrigliesi, animator 3D lei, imprenditore lui, per poi proseguire con Andrea Lorenzon, il quale dà vita e voce ai suoi Cartoni Morti, la satira più irriverente del web, Enrico Galiano, da autore di bestseller a protagonista della rubrica “Una parola al giorno”, per chiudere con Giammarco Sicuro, scrittore e reporter Rai che recentemente ha passato molto tempo in Ucraina dove ha narrato la guerra da vicino.

    L'ingresso sarà sempre libero

    “Da sempre l'Amministrazione ha creduto e sostenuto tutte quelle attività che focalizzassero l'attenzione sui giovani, vero valore aggiunto di ogni società e di ogni comunità locale. Sono proprio loro che hanno il diritto e al tempo stesso l'onere di traghettare nel tempo i valori, gli obiettivi ed i traguardi conseguiti da chi li ha preceduti – queste le parole del Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni e dell'assessore alla cultura Filippo Boni - “Per questo motivo, abbiamo accolto con entusiasmo l'idea dell'Associazione LiberiLibri che ha organizzato una bellissima manifestazione con ospiti importanti che avranno la possibilità di arricchire il pubblico”.
    “Una ripartenza indispensabile, dopo la pandemia, che per la nostra Associazione LiberiLibri passa necessariamente dalla cultura, cibo dello spirito”- chiosa la Presidente Federica Baldini.

    Continua

    Il Museo di Castiglion Fiorentino diventa navigabile anche per i non vedenti.

    Sabato 17 alle ore 17 è stato inaugurato il percorso tattile per non vedenti presso il museo archeologico di Castiglion Fiorentino. Questa importante realizzazione è stata resa possibile dalla collaborazione sinergica tra l’Amministrazione comunale, la fondazione Vasco Romanelli, la cooperativa Fonte Chiara, supportate dalla preziosa collaborazione dello scultore castiglionese Lucio Minigrilli, che ha realizzato le copie di tre significativi reperti del periodo etrusco.

    Nello specifico, sono stati riprodotti un’antefissa a protome leonina riferibile al santuario di V-IV sec. a C, parte del fregio decorato con un intreccio di gigli e rose sempre ascrivibile alla medesima fase e una statuetta di offerente femminile facente parte del deposito di Brolio, ognuno descritto da un’apposita didascalia in codice braille.

    Per la realizzazione del percorso, di fondamentale importanza la competenza e disponibilità dell’architetto Luca Marzi. Inoltre, grazie alla creazione di un apposito QR Code realizzato collaborazione con Niccolò Laferla della commissione Invat Uici, i non vedenti, mediante un semplice telefonino potranno ascoltare e conoscere i reperti custoditi nelle sale del museo archeologico di Castiglion Fiorentino.

    In virtù di questa realizzazione, il sito dei musei, www.museicastiglionfiorentino.it, diventa navigabile anche per i non vedenti.

    Continua

    “Impressioni Toscane 2022”.

    Mostra di dipinti di artisti del’Accademia delle Belle Arti di Katowice al Sottotetto del Teatro Spina.

    Inaugurata venerdì 9 settembre ore 18.00, la mostra è visitabile dal giovedì alla domenica dalle ore 16 alle ore 20 fino al 9 ottobre.

    Il suggestivo spazio espositivo accoglierà la mostra di dipinti di 5 artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Katowice, cittadina polacca. Stiamo parlando dei pittori Jalub Adamek, Ewa Blaut, Antoni Cygan, Piotr Kossakowski e Michal Minor. Ad organizzare il primo di una serie d’iniziative l’accademia Artblautacademy in collaborazione con l’agriturismo “Borgo Santa Lucia” con il patrocinio del comune di Castiglion Fiorentino. “L’idea” – fanno sapere gli organizzatori – “è quello di organizzare, in futuro, altre iniziative culturali che vedono, di volta in volta, la presenza di nuovi artisti e diverse forme di arte”.

    Continua

    Domenica 15 ottobre ritornano le piazze del sapere.

    “Uno, nessuno e centomila”: prosegue la raccolta di libri di ogni genere: romanzi, saggi e libri per ragazzi

    Domenica 15 ottobre tutti a Castiglion Fiorentino per “Uno, Nessuno e Centomila”, l’iniziativa dell’assessorato alla Cultura che trasforma le piazze in biblioteche a cielo aperto. Prosegue la raccolta dei libri alla quale ha aderito anche la Biblioteca della Rete Documentaria Aretina che donerà, appunto, dei libri. Ad oggi sono stati donati circa 4 mila libri.

    Chi vuole contribuire alla raccolta dei volumi da destinare alle realizzazione del progetto culturale, che prevede la vendita di ogni testo al prezzo simbolico di 1 euro, può contattare la Biblioteca Comunale.

    Il ricavato dell’iniziativa sarà destinato alla valorizzazione della Biblioteca Comunale.

    Non potranno essere donati: libri scolastici, enciclopedie (e/o altra documentazione in serie), riviste e giornali, testi danneggiati e logori. Sarà possibile depositare il materiale previo appuntamento. Il materiale accettato in dono dalla Biblioteca non potrà essere reclamato dal donante e non sussisterà alcun obbligo, da parte della Amministrazione Comunale, nei confronti del donatore.

    PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA BIBLIOTECA COMUNALE DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ IN ORARIO 8.30 - 13.30 TELEFONO: 0575656448

    Continua

    Medio Oriente, curiosità storia e attualità

    Mercoledì 28 settembre alle 21 a Palomar in scena la serata - evento organizzata da Reporter Live, dal Comune di San Giovanni Valdarno e dalla Pro Loco. Andrea Schincaglia intervisterà Padre Ibrahim Faltas, in collegamento da Betlemme, e Ponzio Pilato, interpretato dall’attore Simone Martini

    Proseguono gli appuntamenti del ricco Settembre sangiovannese fra cultura, arte, tradizione.

    Mercoledì 28 settembre alle 21, Palomar si trasformerà in salone di intrattenimento culturale per ospitare la serata evento sul Medio Oriente. L’appuntamento è promosso e organizzato da Reporter Live, dal Comune di San Giovanni Valdarno e dalla Pro Loco. Curiosità, storia e attualità su una terre più affascinanti e tormentate.

    Alla conduzione ci penserà Andrea Schincaglia di Reporter Live che, dopo aver passato la parola a Paolo Ricci, responsabile del servizio gemellaggi del Comune di San Giovanni Valdarno ed esperto conoscitore del Medio Oriente , intervisterà Padre Ibrahim Faltas, francescano di Terrasanta conosciuto in tutto il mondo e molto amico di San Giovanni e del Valdarno dove si è recato in visita più volte; è stato uno degli artefici del gemellaggio tra la città di San Giovanni Valdarno e Gerico. In collegamento da Betlemme, padre Ibrahim racconterà la sua storia e le sue memorie dell’assedio alla Natività del 2002 raccolte nel suo libro “Dall’assedio della Natività all’assedio della Città”.

    Da non perdere la successiva “intervista impossibile” a Ponzio Pilato, una figura discussa da 2000 anni, interpretato dall’attore Simone Martini, come nella versione scritta per Radio Rai nel 1975 da Luigi Santucci.

    “Una serata per scoprire/riscoprire il gusto del viaggio e del viaggiare – ha spiegato l’assessore alla cultura e ai gemellaggi del Comune di San Giovanni Valdarno – il fascino dell’incontro con culture e storie lontane, l’arricchimento che il confronto con terre, popoli e tradizioni diverse dalle nostre riesce sempre a darci. Un ‘invito a viaggiare’, perché il viaggio, ponendoci di fronte a realtà diverse dalla nostra, è non solo un modo per conoscere nuove culture e nuovi Paesi e per aprirci nuovi orizzonti, ma anche – ponendoci di fronte a realtà diverse dalla nostra – uno dei modi migliori per conoscere meglio noi stessi, la nostra società, il nostro presente. Quello di mercoledì 28 non sarà un viaggio qualunque: avrà come destinazione e punto di riferimento il Medioriente e in particolare la Palestina, una realtà ben nota e molto cara alla nostra comunità, grazie al gemellaggio che da quasi venti anni la nostra città ha stretto con la città di Gerico e che è stato di recente ripreso attivamente e arricchito grazie al progetto di cooperazione internazionale Bethlehem Green City promosso dal nostro Comune. Una serata che si svilupperà attraverso le testimonianze di Paolo Ricci, viaggiatore e responsabile del Servizio Gemellaggi del Comune di San Giovanni Valdarno, Padre Ibrahim Faltas, storico ‘amico’ di San Giovanni e punto di riferimento imprescindibile per il nostro gemellaggio con Gerico, e Ponzio Pilato, uno dei personaggi storici più significativi ed emblematici della Terrasanta e soprattutto della Terrasanta come luogo di incontro/confronto/scontro di culture. Un cammino attraverso il quale ci condurrà, con il brio e la verve che gli sono consuete, Andrea Schincaglia, tour operator di professione, ma in questa caso anche – è il caso di dirlo – nostra “guida”. Una iniziativa che, siamo certi, sarà di particolare interesse per gli appassionati di viaggi, per coloro che amano la Terrasanta, per la cittadinanza più in generale”.

    “Non si viaggia solo per piacere – ha dichiarato Andrea Schincaglia – ma anche per sapere, per capire e aprire la mente. La conoscenza di culture, religioni e arti differenti aiutano a comprendere meglio il presente e i valori importanti da tutelare e trasmettere”.

    “Come Pro Loco – ha aggiunto il presidente Massimo Pellegrini – siamo sempre felici di sostenere iniziative pubbliche o private che hanno come obiettivo quello di diffondere conoscenza e avvicinare popoli e comunità. In questo caso in particolare parliamo di una terra a cui San Giovanni è molto legata ormai da tanti anni e con cui ha saputo costruire un rapporto duraturo che abbatte differenze e lontananza”.

    Continua

    Bonus trasporti: dal 15 settembre si può usare sul sito di Autolinee Toscane

    Permette di acquistare gli abbonamenti “Studenti Extraurbano 10 mesi” e “Annuale 12 mesi” usufruendo di uno sconto fino a 60 euro

    Si comunica che si può acquistare online un abbonamento di Autolinee Toscane usufruendo del bonus trasporti. Se si è già chiesto e ottenuto il bonus trasporti sul sito del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (www.bonustrasporti.lavoro.gov.it) si potrà utilizzare il bonus sul sito di Autolinee Toscane shop.at-bus.it entro il 30 settembre 2022 con le seguenti modalità:
    - dal 15 al 25 settembre si potrà usare il bonus per acquistare L'ABBONAMENTO STUDENTI EXTRAURBANO 10 MESI con validità settembre 2022 – giugno 2023 e QUALSIASI ABBONAMENTO
    ANNUALE 12 MESI con validità settembre 2022 – agosto 2023;

    - dal 26 al 30 settembre si potrà usare il bonus per acquistare un abbonamento mensile, trimestrale o annuale con decorrenza ottobre 2022.

    Si ricorda che il bonus trasporti si può usare solo online sul sito shop.at-bus.it e non presso le biglietterie e le rivendite.

    Continua

    Avviso pubblico per manifestazione di interesse finalizzata ad individuare offerte di acquisto alloggi da destinare all'incremento del patrimonio di E.r.p. –

    La Regione Toscana con decreto n. 11508/2022 ha approvato lo schema di avviso pubblico per l'acquisizione, da parte dei Comuni, di complessi immobiliari da destinare ad alloggi di edilizia residenziale pubblica. In base a tale avviso l'individuazione degli immobili deve avvenire a seguito di espletamento di procedura di evidenza pubblica attivata nel territorio di riferimento.

    Il Comune di Castiglion Fiorentino, ha espresso la propria volontà di aderire, avendone i requisiti, al suddetto avviso, al fine di acquistare sul libero mercato secondo i prezzi massimi ammissibili definiti dalla Regione, complessi immobiliari idonei ad implementare ed integrare il patrimonio comunale di Edilizia residenziale pubblica.

    E' stato pubblicato l'avviso, Albo Pretorio in Amministrazione Trasparente e nella Sezione Bandi di Gara e Avvisi, la cui scadenza è fissata per le ore 12:00 del 3 ottobre 2022 mentre l'apertura delle eventuali offerte è fissata per le ore 12:00 del 5 ottobre 2022.

    Vengono considerate accettabili le proposte di acquisto per immobili ubicati sia in aree più centrali del territorio urbano di Castiglion Fiorentino, sia quelle ubicate nelle aree periferiche del territorio comunale.

    https://castiglionfiorentino.soluzionipa.it/openweb/albo/albo_dettagli.php?id=26317&CSRF=d5ae31a53a00a2807ae78622e5b7b403

    Continua

    Museo di Lucignano. Ottime presenze nei mesi estivi di giugno-luglio-agosto 2022

    Il Museo Comunale di Lucignano, la cui gestione dei servizi museali è affidata alla Società Innovative Multiservice, ha registrato nei mesi estivi di giugno, luglio e agosto un elevato numero di presenze.

    Sono stati infatti quasi 2000 i visitatori che durante l’estate hanno apprezzato le opere d’arte esposte all’interno del museo. Si conferma così la tendenza di crescita annuale dei visitatori che - dopo un aumento del 22% nel 2020, dell’8% nel 2021 - registra quest’anno un ulteriore aumento di circa il 25% nello stesso periodo di riferimento.

    Le attività di gestione del museo svolte dalla Società Innovative Multiservice e dal Comune di Lucignano hanno garantito così un’ottima fruizione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico del borgo. Ad ammirare l’Albero d’oro e le opere di artisti come Niccolò di Segna, Bartolo di Fredi e Luca Signorelli sono stati per il 60% visitatori provenienti dal centro e nord Italia, seguiti dagli Stati Uniti (8%), dal Regno Unito (6%), dalla Francia (5%), dalla Germania (5%) e da altri Paesi (16%).

    Dal 1° settembre varierà l’orario di apertura del Museo di Lucignano. Fino al 31 ottobre rimarrà infatti aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 10:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle ore 18:30. Ricordiamo che è sempre possibile prenotare una visita guidata in italiano o in lingua inglese.

    I contatti per avere maggiori informazioni sul Museo e sui servizi offerti sono:
    • Email: museo@comune.lucignano.ar.it
    • Telefono: 0575.838002
    • Whatsapp: 389.0204821
    • www.museodilucignano.it

    Continua

    Novita’ Sul Credito Di Imposta Per Energia E Gas

    Abolito il regime “de minimis” sul credito d’imposta per le aziende colpite dai rincari di energia elettrica e gas

    Grazie all’intervento di Confindustria, in sede di conversione in legge del Decreto Semplificazioni Fiscali è stata soppressa la disposizione che avrebbe fatto rientrare tale beneficio nel massimale di 200.000 euro come sommatoria di tutti gli aiuti di stato in regime de minimis concessi alle imprese nel triennio 2020, 2021, 2022. “Un grande risultato, frutto delle tempestive azioni di Confindustria – commenta Fabrizio Bernini (Presidente di Confindustria Toscana Sud) – se la modifica di legge fosse stata approvata, si sarebbe infatti di fatto vanificato il beneficio del credito per la quasi totalità delle aziende.

    Il Decreto Semplificazioni Fiscali passerà a breve in Senato per l’ultimo via libera, dove non si prevedono altre modifiche. Su questo tema voglio evidenziare che, a fronte dei vertiginosi aumenti dei costi dell’energia e del gas che stanno affossando le aziende, Confindustria Toscana Sud ha creato un servizio di supporto alle imprese per la verifica dei requisiti di accesso e il calcolo dei crediti d’imposta – continua Bernini – uno strumento prezioso per aiutare concretamente le aziende in un periodo tanto complesso”. Per maggiori informazioni scrivere a: c.gattuso@confindustriatoscanasud.it o a info@consorzioenergiatoscanasud.it

    Continua