Notizie, Eventi e Curiosità

Arezzo.Click

Notizie, Eventi e Curiosità

Notizie, curiosità e tutto quello che c'è da sapere nella provincia di Arezzo.

Ricerca Avanzata

Alessandro Nutini, batterista della Bandabardò, racconta Il mondo di Starkey

Venerdì 18 novembre alle 17,30 a Palomar, la Casa della cultura di San Giovanni Valdarno, nuovo appuntamento con la rassegna di promozione della lettura “Le piazze del sapere”. Protagonista il batterista della Bandabardò Alessandro Nutini che presenterà il suo primo romanzo.

“In un futuro non troppo remoto, una mutazione globale rende tutte le creature della terra dotate delle stesse capacità cognitive. Si tratta di una vera rivoluzione, che stravolge la vita del pianeta. L’integrazione tra umani e mutati è ostacolata da un gruppo di fanatici e la minaccia di una guerra globale tra razze incombe all’orizzonte. Il destino del pianeta sembra dipendere da uno scrittore di fiabe in declino, annebbiato dalla droga e dalla gelosia per un criceto. Una carrellata di varie umanità dall’epilogo tragicomico, culminante nella scoperta che i mutati hanno una loro sezione segreta, creata ad arte per aiutare gli esseri umani – sempre così teneramente imperfetti – a risolvere i loro guai, per poter veleggiare insieme verso un futuro radioso”.

E’ il libro “Il mondo di Starkey”, primo romanzo di Alessandro Nutini che sarà presentato venerdì 18 novembre alle 17,30 a Palomar, la Casa della cultura. L’appuntamento fa parte della rassegna per la promozione della lettura “Le piazze del sapere” organizzata dal Comune di San Giovanni Valdarno in collaborazione con Unicoop Firenze – Bibliocoop di San Giovanni Valdarno e Associazione culturale Pandora.
Ad accompagnare l’autore nel racconto ci saranno il giornalista Mauro Bonciani, Arnaldo Meloni per Libri di Mompracem e Enzo Brogi per Materiali sonori.

Alessandro Nutini è il batterista della Bandabardò, uno dei gruppi di punta del folk-rock italiano. Nel corso degli ultimi trent’anni ha registrato una ventina di album e si è esibito un po’ ovunque, in Italia e all’estero. Dall'ottobre del 2013, in coppia con Giacomo Costa, ha dato vita al blog "Le pene dell'orso" mentre nell'agosto del 2014 ha pubblica Vita da bestie per Ouverture Edizioni, una raccolta di brevi racconti surreali. Sempre nel 2014, contenuto in Appunti di Rock - a cura di Andrea Gozzi, edizioni Tempo Reale ha pubblicato Il “non-tradimento” elettrico di Bob Dylan, tra mito e realtà. Nel 2017, sempre per Ouverture, è uscito "A proposito del rospo": otto fiabe classiche rivisitate in chiave moderna. E’ del 2021 il suo primo romanzo, intitolato Il mondo di Starkey che sarà presentato venerdì a Palomar.

Ultimo appuntamento dell’anno con Le piazze del sapere sarà venerdì 25 novembre con la presentazione del libro “Confini. Viaggi nell’arte contemporanea” (edizioni Postmedia book). L’autore Giorgio Bacci, professore associato di Storia dell’arte contemporanea presso il dipartimento Sagas dell’Università di Firenze sarà in dialogo con Fausto Forte, direttore di Casa Masaccio, centro per l’arte contemporanea di San Giovanni Valdarno.

Per qualsiasi informazione è possibile scrivere a palomar@comunesgv.it o chiamare il numero 055 9126303.

Bando per il Magistrato del Palio dei Rioni edizione 2023

C’è tempo fino al 31 dicembre 2022 per presentare la propria candidatura.

La macchina organizzativa dell’Ente Palio Città di Castiglion Fiorentino è già in moto in vista dell’edizione 2023 del Palio dei Rioni, in programma il prossimo 18 giugno. Da oggi, martedì 15 novembre, e fino al prossimo 31 dicembre, è possibile, quindi, inoltrare la propria candidatura alla carica di Magistrato per l’edizione 2023 del Palio dei Rioni, corredata da adeguato curricula vitae,

sia all’indirizzo pec comune.castiglionfiorentino@legalmail.it che attraverso raccomandata a/r indirizzata alla sede dell’Ente Palio Città di Castiglion Fiorentino, in piazza San Francesco n. 6 Castiglion Fiorentino. È inoltre possibile consegnare la documentazione anche a mano all’ufficio del Protocollo del comune di Castiglion Fiorentino. La data ultima per tutte e 3 le modalità è la stessa, ovvero entro la mezzanotte del 31 dicembre 2022.

La Commissione Superiore si riserva di valutare le candidature e di definire l’eventuale carica. Per la carica di magistrato del Palio dei Rioni è previsto un rimborso spese.

Il “Dodo” di Arnaldo Rossi nella carta del Noma, il famoso ristorante al mondo per la cucina internazionale e dei vini naturali.

I complimenti del Sindaco Agnelli.

Il Dodo sbarca anche al Noma, il ristorante di Copenaghen famoso per la cucina internazionale e dei vini naturali che lo ha inserito nella carta dei vini. Lo ha annunciato nei giorni scorsi via social Arnaldo Rossi ed oggi arrivano i complimenti dei sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli. “Evidentemente anche con i vini ce la caviamo bene, se un vino tutto Castiglionese, è entrato nella carta di uno dei migliori ristoranti del mondo. Doverosi sono quindi i miei rallegramenti ad Arnaldo Rossi, appassionato conoscitore e produttore di vini che con il suo "Cibino 2019" era stato già premiato dalla Guida Slow Wine, mentre con il suo "Dodo" è stato inserito nella carta dei vini del Noma di Copenaghen, uno dei migliori ristoranti al mondo. Evidentemente la terra buona produce solo buoni frutti, ma bisogna pur sempre saperli produrre e ad Arnaldo gli riesce benissimo”.

"Ho sempre pensato che per giudicare il lavoro degli altri fosse necessario mettersi in gioco in prima persona, così dopo aver passato 17 anni a proporre vini naturali a Cortona nel mio ristorante ho ritenuto fosse giunto il momento di produrre un vino tutto mio" sottolinea Arnaldo Rossi. Da qui la nascita di “Dodo” e il suo successo ottenuto, come si dice, sul campo con l’inserimento nella carta dei vini del “il miglior ristorante del mondo e luogo di continuo pellegrinaggio di appassionati. Essere a cena e ricevere i complimenti da Renè Redzepi è stata un’emozione indescrivibile. Grazie anche al prezioso lavoro di Alberto Sala, mio importatore” conclude Arnaldo Rossi,

Sabato 19 novembre alle 21 e 30 al Teatro Comunale, nuovo appuntamento con la rassegna Materiali in Scena con Paolo Cioni e il Figlio Riuscito

Sul palcoscenico del Comunale un altro appuntamento da non perdere

Sabato 19 novembre alle 21 e 30 al Teatro Comunale torna la Rassegna “Materiali in Scena”, fortemente voluto dall'Amministrazione Comunale in sinergia con Materiali Sonori.

Sul palcoscenico salirà Paolo Cioni, portando in scena “Il Figlio Riuscito” che è la storia di un uomo che va a rinnovare la carta d'identità in comune e ne esce trasformato. L'attore è di Pisa e la sua provenienza si evince anche nel lavoro teatrale che può essere definito un racconto dolce e un po' spietato di una figlio qualsiasi che vive la sua personale catarsi esistenziale in seno alla propria famiglia. In scena scorrono gli episodi più significativi di vite comuni e vissute comunemente in balia degli eventi.

Lo spettacolo è, altresì, il tentativo di rispondere a una curiosità quasi antropologica: quando all'interno di una famiglia si insinua lo spettro di una malattia dal nome sventurato di Alzheimer, cosa può accadere in chi ne è vittima? Nel nostro caso ogni punto di riferimento sembra dissolversi e ciascuno mette in pratica le proprie strategie di sopravvivenza, la realtà familiare si deforma prendendo una piega surreale e grottesca all'interno della quale il protagonista si muove cercando goffamente un equilibrio.

Paolo Cioni è attore di teatro, cinema e televisione. E' stato il Pinocchio di Ugo Chiti, nello spettacolo omonimo e ha affiancato negli ultimi sette anni Alessandro Benvenuti in “Chi è di scena”, giallo comico teatrale dal sapore hitchcockiano. Nel cinema è stato coprotagonista nel film “I primi della lista” a fianco di Claudio Santamaria e in “Fino a qui tutto bene”, commedia vincitrice del Premio Miglior Film al Festival del Cinema di Roma. E' nel cast del film “Margini” vincitore del premio del pubblico al festival del cinema di Venezia. In tv è presente nella serie “I delitti del Barlume”, giunta alla decima edizione. Paolo è anche artista visivo sotto lo pseudonimo di “Pollo”.
Per informazioni: tel. 377 4494360 – 055 9120363 – 055 9669733.

Ritorna la Cena di Beneficenza.

Venerdì 2 dicembre ore 20.30 presso i locali della Polisportiva Montecchio Vesponi.

“Dopo due anni di forzato stop torna la grande cena di beneficienza a favore della Caritas, alla Polisportiva Montecchio. Il prossimo 2 dicembre venerdì, il volontariato e l'associazionismo Castiglionese si metteranno in moto per dare, non solo simbolicamente, un contributo concreto a coloro che sono in difficoltà e quelle persone che da sole non ce la fanno.

Questo sentimento di solidarietà che oramai ci appartiene, potrà prepararci nel migliore dei modi al Natale”.

Così il sindaco Mario Agnelli che annuncia il ritorno della consueta “Cena di Beneficenza” che si era trasformata, in questi due anni, ne “Il Gusto della Beneficenza” con l’acquisto di un box contenente prodotti alimentari del territorio. Venerdì 2 dicembre ritorna, quindi, la “Cena di Beneficenza” i cui proventi, come di consueto, sarà devoluto alle famiglie in difficoltà seguite dal Centro di Ascolto CARITAS di Castiglion Fiorentino.

L’appuntamento è per le ore 20.30 presso i locali della Polisportiva Montecchio Vesponi, stesso luogo dove qualche settimana fa si è svolta la serata benefica del Calcit.

La “Cena di Beneficenza”, giunta alla sua nona edizione, si svolge con il consueto spirito di fraternità, grazie anche alla collaborazione delle Parrocchie, delle Associazioni locali e di volontariato, tutte al servizio del prossimo.

Al via la campagna abbonamenti del Teatro Verdi di Monte San Savino

Venerdì 18 novembre ultimo giorno per l’acquisto dell’abbonamento alla stagione teatrale di Monte San Savino e dal 21 inizio della vendita dei biglietti per i singoli spettacoli

C’è tempo fino a venerdì 18 novembre per acquistare il proprio abbonamento alla Stagione Teatrale 2022/23 del Teatro Verdi di Monte San Savino. Il ritorno dell’abbonamento annuale ai 9 spettacoli della stagione è acquistabile al costo di € 90,00 sia a Monte San Savino presso l’Ufficio Cultura, Palazzo Galletti, tel. 0575 8177272 con orario mercoledì 10:00 > 13:00 e giovedì 15:00 > 18:00, sia ad Arezzo presso Officine della Cultura in via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 con orario dal lunedì al venerdì 10:00 > 13:00 e 15:30 > 18:00. Per l’edizione in corso i residenti di Monte San Savino potranno usufruire di un ulteriore sconto del 5% sul costo dell’abbonamento.

Tra i protagonisti della stagione teatrale del Verdi, con spettacoli da venerdì 2 dicembre a mercoledì 29 marzo 2023, si ricordano Dario Ballantini con “Ballantini e Petrolini”, il Teatro Europeo Plautino con “Miles Gloriosus”, Paolo Giovannucci con “Rollato”, l’originale rilettura da Cechov “Non tre sorelle / НЕ ТРИ СЕСТРИ” con attrici italiane e ucraine, Francesco Montanari con “Play House”, La Filostoccola con “Breve apologia del caos per eccesso di testosterone nelle stradi di Manhattan”, la Compagnia Catalyst con “Il malato immaginario”, Anna Meacci, Daniela Morozzi e Chiara Riondino con “Le ragazze di San Frediano”, per finire con Claudio “Greg” Gregori e Simone Colombari con “Il calapranzi”.

I biglietti per i singoli spettacoli della stagione, curata da Comune di Monte San Savino, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Officine della Cultura e A.S. Monteservizi, saranno in vendita da lunedì 21 novembre. Ulteriori informazioni visitando il sito www.officinedellacultura.org. La Stagione Teatrale 2022/23 del Teatro Verdi di Monte San Savino può andare in scena anche grazie al contributo di Coingas S.p.A., Unicoop Firenze, Sapori della Valdichiana, Ostematto e Vamar.

In 500 per Federica

La camminata delle Farfalle, per tutte quelle che hanno spiccato il volo troppo presto.

“In una domenica mattina quasi primaverile, accompagnati dal sole, circa 500 persone, a piedi o a cavallo, giovani e non, hanno camminato col pensiero alle farfalle che sono volate in cielo troppo presto. Ciao Fede”. Così il sindaco Mario Agnelli all’indomani della “Camminata delle Farfalle”, dedicata a Federica Canneti e a "tutte quelle farfalle che hanno interrotto il loro volo".

In 500 ieri mattina hanno partecipato alla lunga marcia nel nome di Federica e non solo. Un’iniziativa, che ha visto il patrocinio del comune di Castiglion Fiorentino e di tanti enti e associazioni, nata all’indomani della tragedia che ha scosso un’intera comunità. E in ricordo di questa giovane donna e di tutte quelle persone che sono state strappate alla vita nelle circostanze più disparate, di concerto con la famiglia Canneti, è stata organizzata questa camminata di 6 chilometri perché Federica dedicava parte del suo tempo libero alla corsa. Oltre alla camminata, è partita nei giorni scorsi la raccolta fondi del Tennis Club Castiglionese, per istituire la borsa di studio intitolata a Federica Canneti.

“E’ stata una giornata che resterà nel cuore di tutti noi e diventerà un evento annuale” conclude il sindaco Agnelli.

Settimana dal 14 al 20 Novembre

Venerdì 18 novembre, alle ore 17:30, presso Palomar – Casa della Cultura, per la rassegna “Le piazze del sapere”, presentazione del libro “Il mondo di Starkey”, di Alessandro Nutini e con la partecipazione di: Mauro Bonciani (giornalista), Arnaldo Meloni (Libri di Mompracem) e Enzo Brogi (Materiali sonori).

Domenica 20 novembre, alle ore 10:00, presso il centro storico di San Giovanni: “San Giovanni Valdarno secondo WikiPedro”.

Domenica 20 novembre, alle ore 17:00, presso la Pieve di San Giovanni Battista, a cura dell’Accademia musicale Valdarnese “Festival di musica classica-XVII edizione: Miomira Vitas (soprano) e Kostantin Bogino (pianoforte). Musiche di A. Skrjabin, P. Viardot, S. Rachmaninov, V. Milankovic, C. Debussy, G. Tailleferre.

Sono aperte le iscrizioni per "Il Natale è alle porte- 4° edizione". Per maggiori informazioni: info@prolocosangiovannivaldarno.it- 0559126268

Al Cinema Masaccio, tornano gli appuntamenti con la Rassegna “Masaccio d’Essai”:

Martedì 15 novembre e Venerdì 18 novembre, alle ore 21:30: “Dante”, di P. Avati;

Sabato 19 novembre, alle ore 21:30 e Domenica 20 novembre, alle ore 16:30 e 21:30: “Astolfo” , di G. de Gregorio.

Ingresso intero € 6 | Ridotto € 5 (anche per i nostri associati).

– Museo delle Terre Nuove e Museo della Basilica di S. Maria delle Grazie, mostra “Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura”, realizzata nel contesto del progetto Terre d’Uffizi, co-promosso da Gallerie degli Uffizi e da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. La mostra sarà aperta dal 17 Settembre al 15 Gennaio 2023.

– Casa Masaccio – Centro per l’arte contemporanea, “PUPILLE – Ci fioriscono gli occhi se ci guardiamo” a cura di Rita Selvaggio. La mostra sarà aperta dal 5 novembre al 15 gennaio 2023 col seguente orario: Martedì – Venerdì 15.00 – 19.00 | Sabato, Domenica e festivi 10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00. Ingresso gratuito.
Per informazioni: Tel. 055 9126283 | casamasaccio@comunesgv.it

VI° edizione del premio Giuliano Pini Mutar D'Ale

Torna il Premio “Giuliano Pini”, confermata la collaborazione con il Liceo Artistico dell'Iis Benedetto Varchi. Gli sponsor metteranno a disposizione premi in denaro che andranno ad affiancarsi alle opere grafiche del maestro. Alla Moretti Spa di Filippo Fabbrini si aggiunge MakerHouse, altra azienda cavrigliese del giovanissimo imprenditore Alessio Bigini.

Il titolo “Mutar d'Ale” ricorda un'antologia italiana destinata alle scuole secondarie di primo grado, pubblicata nel 1962 dall'editore Remo Sandron di Firenze ed a cui Giuliano, allora giovane pittore, collaborò illustrando molte poesie e prose.

Lo scorso anno furono circa cento i partecipanti da ogni parte d'Italia.

Così è cresciuto il concorso ideato, voluto e organizzato fin dal 2017 dagli Assessori all'Istruzione e alla Cultura del Comune di Cavriglia, in collaborazione con il Museo Mine , con il patrocinio della Regione Toscana. E questa nuova edizione trova nell'imprenditoria del territorio ancora più sostegno: alla Moretti Spa infatti, storico e sensibilissimo supporto delle aspirazioni artistiche giovanili, si aggiunge la nuova azienda MakerHouse, anch'essa motivata nella valorizzazione e promozione di giovani artisti e nel ricordo del Maestro Giuliano Pini.

Si ricorda come il Comune di Cavriglia abbia voluto intitolare nel 2014 la Sala della Giunta a Giuliano ed alcune sue importanti opere si trovano all'interno dello stesso Palazzo Comunale e nel foyer del Teatro.

Inoltre, nella Biblioteca Comunale “Venturino Venturi”sono consultabili libri di arte, musica, fotografia, archeologia, teatro costituenti il Fondo Pini.

Anche questa edizione del premio ha trovato nel Liceo Artistico dell'Isis “Benedetto Varchi” di Montevarchi un importante partner e si è strutturata in due sezioni:
- la prima, diretta agli studenti di Scuola Secondaria di I Grado degli istituti comprensivi del Valdarno aretino e fiorentino
- la seconda rivolta alla Scuola Secondaria di II Grado, agli studenti e alle studentesse di tutti i Licei Artistici d'Italia.

Dopo l'interesse generale dello scorso anno ed i risultati meritevoli, si profila un programma di grande pregio: la prima sezione vedrà la premiazione alla fine del mese di gennaio, ma il concorso si chiuderà a maggio. Durante questi mesi sarà possibile visitare i luoghi che ospiteranno le opere del Maestro Pini ed assistere ad una lezione del Prof. Andrea Grandi, artista, film-maker e docente accademico.

Il bando del concorso è consultabile sul sito del comune: www.comune.cavriglia.ar.it .

È ritornato a casa il San Francesco che riceve le Stigmate

Dopo il “San Michele” ritorna a casa un altro capolavoro. Si tratta del “San Francesco che riceve le Stigmate” di Bartolomeo della Gatta andato in prestito al Mart di Rovereto dove faceva bella mostra di se all’interno della mostra “La forza del Vero.

I pittori moderni della realtà”. E non ha fatto in tempo di “riprendere” la sua vecchia collocazione nel Sistema Museale Castiglion Fiorentino che alcuni turisti si sono fermati davanti all’opera. Nel giro di qualche settimana, quindi, si è ricomposta la sezione dedicata al pittore del ‘400 allievo di Piero della Francesca considerato uno dei 10 pittori più importanti dell’epoca. Dopo la “staffetta” del 2015 prima all’Accademia di Firenze e poi all’Expo a Milano, dove il dipinto custodito nella Pinacoteca Castiglionese rappresentava la Toscana nel padiglione dedicato all’Italia, l’artista del ‘400, che durante la sua vita ha conosciuto i più grandi artisti dell'epoca, fra i quali Botticelli, Leonardo da Vinci e Luca Signorelli e insieme ad alcuni di loro ha affrescato le due pareti laterali della Cappella Sistina, ha conquistato la ribalta nazionale ed internazionale grazie anche alla sua opera più illustre il “San Francesco riceve le Stigmate”. E lo scorso anno, il capolavoro ha brillato agli Uffizi grazie alla mostra “L’ultimo Sigillo” vista da 404.843 persone tra ottobre e gennaio, collocandosi tra gli eventi della Galleria fiorentina più seguiti da turisti, nonostante il periodo di limitazioni. “E' indubbiamente l'opera del nostro Sistema Museale di gran lunga più conosciuta, che numeri alla mano è stata ammirata in questi anni da qualche milione di visitatori. Numeri fuori portata per il nostro Museo, che con una scelta ben precisa della nostra Amministrazione, ha permesso di far conoscere i tesori di Castiglion Fiorentino in un panorama nazionale con un pubblico proveniente da tutti i paesi del mondo.

Di diritto quindi, l'opera di Bartolomeo della Gatta è l'ambasciatrice di Castiglioni nel mondo, al cui rientro è stata subito ammirata da alcuni visitatori incuriositi, tra cui anche il sottoscritto, che gli hanno reso omaggio” conclude il sindaco con delega al Turismo, Mario Agnelli.

Quattro professionalità da assumere per l'attuazione dei progetti pnrr del comune di Cavriglia: il bando scade il 26 novembre alle 13

Le figure richieste sono un Istruttore tecnico geometra, un Istruttore amministrativo, un Ingegnere e un Progettista culturale

Il Comune di Cavriglia, lo scorso 5 novembre, ha pubblicato un bando di avviso di selezione pubblica per titoli ed esami finalizzato alla formazione di graduatorie destinate all'assunzione a tempo determinato di professionalità per l'attuazione dei progetti scaturiti dai Bandi Pnrr.

L'opportunità deriva dalle finanze messe a disposizione per rafforzare le capacità degli Enti attuatori di tali progetti, aspetto questo particolarmente attuale e concreto per il Comune di Cavriglia.

Per tutti coloro che siano interessati ed in possesso dei requisiti richiesti dal bando pubblicato al seguente link: https://www.comune.cavriglia.ar.it/bandi-e-concorsi-comunali/avviso-di-selezione-pubblica-per-curriculum-ed-esami-per-la-formazione-di-graduatorie-per-assunzioni-a-tempo-determinato-da-destinare-all-attuazione-dei-progetti-previsti-dal-piano-nazionale-di-ripresa-e-resilienza-pnrr.html è possibile presentare la domanda entro e non oltre il giorno 26 novembre alle 13.

Fondi Pnrr Next Generation Eu, in arrivo 363mila euro a San Giovanni per la digitalizzazione, l’innovazione e la sicurezza

Il Comune guidato dall’amministrazione Vadi è risultato aggiudicatario di altri sei bandi del Piano nazionale di ripresa e resilienza che permetteranno di migliorare la tutela dei dati, l’utilizzo e il pagamento dei servizi e la comunicazione

Sono in arrivo 363mila euro nel Comune di San Giovanni Valdarno che si è aggiudicato sei bandi Pnrr relativi alla digitalizzazione, all’innovazione e alla sicurezza nella pubblica amministrazione. I contributi serviranno a migliorare l’aspetto della tutela dei dati gestiti attraverso il passaggio in cloud, la digitalizzare e il rapporto con i cittadini, grazie al pagamento dei servizi con l’applicativo PagoPA e la comunicazione con gli avvisi di tutti gli aspetti della vita cittadina sull’applicazione IO. Già in essere la possibilità di attivare gratuitamente l’identità digitale presso gli uffici comunali con Spid, mentre un ulteriore bando darà la possibilità di usufruire della piattaforma delle notifiche digitali per le violazioni al codice della strada e le riscossione tributi. Infine il cittadino potrà attivare le istanze direttamente dal sito del Comune come domande di concorso, richieste di accesso alla Ztl e pagamento Imu.

“Una forte spinta verso la digitalizzazione di tutti i servizi ed il miglioramento della comunicazione tra Amministrazione comunale e cittadini – ha commentato con soddisfazione il vicesindaco di San Giovanni Valdarno Paola Romei – che ci porta verso ‘la cittadinanza digitale’. Dalle criticità vissute durante la pandemia è nata l’opportunità, grazie all’Europa, di sviluppare e modernizzare la modalità di rapporto con i cittadini, consentendo di gestire in maniera più agile moltissimi servizi ed avere tempestive informazioni ed aggiornamenti su quello che succede in città”.

Nel dettaglio, 3 bandi sono già in fase di progettazione avendo ricevuto l’assegnazione del finanziamento del Ministero.

121.992 euro copriranno l’abilitazione e la facilitazione per la migrazione al Cloud a ristoro per i servizi già trasferiti: principalmente si tratta di quelli demografici (anagrafe, stato civile, leva militare, giudici popolari, elettorale), il protocollo, l’albo pretorio, la contabilità e ragioneria, l’economato, i tributi maggiori, la gestione economica, la trasparenza e organi istituzionali.
Ammonta a 22.282 euro il finanziamento per la pubblicazione su PagoPa di 20 tipologie di pagamento dei servizi offerti ai cittadini. Molti di essi sono già attivati nel comune (mensa scolastica, trasporto scolastico, parcheggi e Ztl, lampade votive, diritti di segreteria e spese di notifica, emissione carta di identità elettronica, multe/verbali di contravvenzione, sanzioni di diversa tipologia, servizio celebrazione matrimoni, oneri di urbanizzazione e di condono edilizio, diritti pratiche Suap, certificati di destinazione urbanistica) ed altri sono in corso di attivazione come le rendite catastali, la Tari, il canone unico, le sanzioni amministrative, gli avvisi di accertamento sanzioni, riscossione coattiva e rimborso spese di gara e bandi pubblici. Questo consentirà ai cittadini di pagare in maniera più semplice e snella, anche mediante smartphone i diversi servizi, ottimizzando i tempi.

17.150 euro saranno investiti per la pubblicazione sull’app IO di 50 servizi di comunicazione al cittadino scelti da una lista predisposta dal Ministero nei diversi ambiti: comunicazioni e avvisi istituzionali, della polizia locale, sulla mobilità e viabilità, memo di appuntamenti con uffici comunali, notizia di ritiro delle tessere elettorali, eventi in città, informazioni relative al sostegno alle famiglie, bonus scuola, centri estivi, avviso scadenza prestito bibliotecario, pubblicazione di bandi di concorso, informazioni di allerta della protezione civile, memo di scadenze tributarie, avvisi del patrimonio, comunicazioni di riduzioni e agevolazioni Tari o Imu, memo di pagamenti di servizi a richiesta.

Altre 3 le candidature che già sono state accettate e per cui il comune è in attesa del decreto di finanziamento.

Sarà integrato il programma Spid per i servizi al cittadino, già attivo a San Giovanni, grazie a 14.000 euro che lo renderanno più innovativo ed efficiente.
Una somma pari a 32.589 euro sarà dedicata all’implementazione della piattaforma notifiche digitali alla quale saranno aggiunti due servizi: notifiche violazioni al codice della strada e notifiche riscossione tributi con relativo pagamento.

Infine l’ultimo finanziamento riguarda “L’ esperienza del cittadino nei servizi pubblici – comuni”: 155.234 saranno impiegati per il rifacimento del sito istituzionale secondo normativa Agid. Nel portale saranno previsti ulteriori i seguenti servizi al cittadino come quello di presentare domanda di partecipazione a un concorso pubblico, la possibilità di richiedere il permesso di accesso ad area Ztl, richiedere il permesso per il parcheggio disabili e pagare i tributi Imu.

Ottobrì, la rassegna dedicata all'editoria e agli amanti della lettura

Ottobre dei Libri a Casa Bruschi

Ad Ottobrì, la rassegna dedicata all'editoria e agli amanti della lettura, martedì 15 novembre alle ore 17, sarà ospite Angela Terzani Staude che, in dialogo con Carlo Sisi, presenterà il libro L'età dell'entusiasmo affidandoci la sua trascinante storia d’amore con il marito Tiziano.

Prenotare allo 0575354126 o scrivere alla mail info@fondazioneivanbruschi.it

Ingresso Gratuito

Il Natale è alle porte - 4° Edizione

Torna anche quest'annno il concorso "Il Natale è alle porte", organizzato in collaborazione dall'Associazione Pro Loco, l’Associazione Residenti nel centro storico di San Giovanni Valdarno e dal Fotoclub Palazzaccio; un’iniziativa nata con l’intento di poter rendere protagonisti del Natale sangiovannese, assieme ai commercianti che lo sono da sempre, anche i cittadini e le loro famiglie. Anche quest’anno, con la partecipazione dei rappresentanti dei quartieri, i cittadini di tutta San Giovanni potranno partecipare all’iniziativa, che ha sempre riscosso grande successo.

Queste le regole per aderire all’iniziativa: se hai già partecipato negli scorsi anni ti basterà iscriverti mandando una mail con nome cognome e indirizzo (scrivendo a info@prolocosangiovannivaldarno.it), oppure chiamando il numero 055 9126268 o inviando un messaggio WhatsApp al numero 334 3263132; potrai quindi riutilizzare la tua vecchia ghirlanda e addobbarla diversamente. Se, invece, sei un nuovo partecipante, nella mail di iscrizione potrai richiedere una ghirlanda, che potrai ritirare presso la sede della Pro Loco, dietro il versamento di un piccolo contributo. Le iscrizioni si chiuderanno mercoledì 30 novembre, per permetterci di potervi fornire la ghirlanda in tempo per essere addobbata.

Tutte le ghirlande dovranno essere esposte sul portone o cancello esterno delle abitazioni entro domenica 11 dicembre 2022; inoltre, entro la stessa data dovrai inviarci per mail una foto della ghirlanda esposta. Le foto che ci perverranno saranno pubblicate sulla pagina Facebook @NatalealleporteSGV, dove potranno essere votate (saranno presi in considerazione solo i voti ricevuti su questa pagina). Una giuria esterna valuterà quali sono le ghirlande migliori che saranno successivamente fotografate dal Fotoclub Il Palazzaccio.

Anche quest’anno saranno premiate: la ghirlanda più originale, la più tradizionale, quella con la tecnica migliore, quella con più like (ricevuti sulla pagina facebook); infine, verrà premiata la ghirlanda più bella di ogni rione; oltre a questi ci sarà anche il primo premio assoluto che decreterà il rione vincitore.

Buon divertimento e buona fortuna per il concorso!

Cogliamo l’occasione, inoltre, per informarvi che anche quest’anno sarà riproposto “Children’s Christmas – Il Natale visto con gli occhi dei bambini”, un’iniziativa rivolta ai bambini dai 3 agli 11 anni (fino alla V elementare) di San Giovanni Valdarno.

Non sai come si realizza una ghirlanda?
https://prolocosangiovannivaldarno.us15.list-manage.com/track/click?u=ac436bbf224a129aa942e2c27&id=87ad9c5f8a&e=c599fd2bfd

World Cheese Award 2022 - De’ Magi ha compiuto una magia

L’edizione 2022 dei World Cheese Awards ha segnato un vero e proprio record, infatti ammessi al concorso mondiale dedicato ai formaggi c’erano ben 4434 iscritti, di 900 produttori da 42 nazioni differenti.

Questa edizione svoltasi nel Galles a Newport, sono giunti 265 giudici da 38 Paesi, ciascuno dei quali ha assaggiato, annusato e classificato circa 50 formaggi. Gli oltre 4 mila formaggi sono stati classificati nelle quattro categorie Bronzo, Argento, Oro e Super Oro, nelle quali l’Italia ha avuto un totale di 290 prodotti vincitori, di cui 14 Super Oro, 52 Oro, 98 Argento e 126 Bronzo.

Fra i 98 formaggi Super Oro, la giuria qualificata di esperti ne ha selezionati 16 per la finalissima. Vincitrice dei World Cheese Awards 2022 è stata la groviera svizzera dell’azienda Vorderfultigen affinata da Gourmino.

La vera notizia però è che la groviera svizzera ha vinto totalizzando 103 punti ed ha battuto di poco il nostro Gorgonzola Dolce DOP, piazzatosi secondo al mondo con 98 punti.

Che dire? L’emozione è forte perché sapere che uno dei nostri formaggi, selezionato a lungo ha ottenuto un piazzamento ed un riconoscimento così importante, ci riempie di orgoglio, soprattutto per le nostre scelte dei bravi casari e produttori dei quali ci avvaliamo per proporre alla nostra clientela solo il meglio!

Ma non finisce qui, oltre al super oro con il Gorgonzola dolce DOP abbiamo ottenuto anche una medaglia d’oro con un nostro erborinato di nuovissima creazione dal nome curioso il COCCO LA MELA, affinato con liquore di mela verde, chicchi di melagrana, glassato al cioccolato e granella di cocco.

Per coronare il tutto anche una splendida medaglia di bronzo su un altro Gorgonzola Piccante DOP, che conferma nuovamente la capacità non solo di praticare il giusto affinamento e raggiungere la corretta maturazione dei formaggi, ma alla base di tutto c’è il saper scegliere il giusto partner che sa produrre negli standard elevati, così come gli viene richiesto dalla nostra Azienda.

Desideriamo condividere questa gioia, con tutto lo staff che compone l’azienda De’ Magi e che ogni giorno cerca di mantenere la massima attenzione ed impegno, per adempiere alle rispettive mansioni.

Per ulteriori notizie e/o info
Magi Andrea
3355774005

De’ Magi - Alchimia de’ formaggi
Base Alimentare srl
Via Tevere, 116
52043 Castiglion Fiorentino (AR)

Castiglion Fiorentino sempre più green. In 4 mesi effettuate 100 ricariche alle colonnine per le auto elettriche.

Installata alla Nave un’altra colonnina per le Bike.

Inaugurate all’inizio dell’estate, arriva il primo bilancio delle colonnine di ricarica per le auto elettriche. Dopo 4 mesi, quindi, le ricariche toccano e oltrepassano quota 100. Un’impennata si è registrata nel mese di luglio mentre ad agosto, complice anche le ferie, le ricariche sono state solo poche decine. A Castiglion Fiorentino sono state installate in via Corinto Corinti (centro commerciale Boscatello) e nel parcheggio di Viale Mazzini e sono il frutto dell’intesa con l’Amministrazione comunale ed Estra, la società che opera su tutto il territorio nazionale per la fornitura di gas naturale ma anche di energia elettrica. “Castiglion Fiorentino sta salendo in termini di sostenibilità ambientale e questo è il risultato di scelte amministrative concrete che negli anni si stanno sempre di più radicando nel tessuto della nostra città” – afferma l'assessore all'Ambiente, Francesca Sebastiani. Le stazioni di ricarica sono attive 24 ore su 24 e sono dotate di 2 prese di tipo 2 a 22 Kw (ricarica accelerata). Per fare il “pieno”, Estra ha predisposto un sistema di ricarica veloce e innovativo che si fonda su due elementi: una carta di credito e la app dedicata disponibile per IOS e Android. Per attivare e gestire ricarica e pagamento con il proprio smartphone, è sufficiente collegarsi alla rete della colonnina, che è dotata di un hot spot wi-fi, scaricare la app “Estra ricarica” e registrarsi. La app ha varie funzioni, tra cui anche quella di visualizzare tutte le stazioni di ricarica su una mappa interattiva. Per usufruire del servizio non è necessario essere clienti Estra. Le ricariche effettuate nel 2021 in tutte le colonnine installate dal Gruppo sono state 15.791 e l’energia che alimenta i sistemi di ricarica è certificata 100% da fonti rinnovabili. “Siamo partiti dal monitoraggio costante della situazione, che ci serve come base per affinare le nostre azioni e cercare di rendere il nostro territorio sempre più green. Questo progetto, che punta alla riduzione di gas serra nell’atmosfera, infatti, si affianca alle altre azioni già in atto come quella della riduzione degli imballaggi riconducibili a bottiglie di plastica con l’installazione nel territorio delle casine dell’acqua o come l’estensione della raccolta differenziata che ha raggiunto ottime

Performance o come l’installazione delle colonnine elettriche per le bike, una in zona Parco Presentini e una in zona La Nave” ha concluso l’assessore all’Ambiente, Francesca Sebastiani.

Monte San Savino: scuola di Alberoro, nessun ritardo di E-Distribuzione, Tempi iter sempre rispettati ed esecuzione lavori anticipata

Monte San Savino (Ar), 10 novembre 2022 – In riferimento alle segnalazioni sulla “scuola di Alberoro al freddo”, E-Distribuzione (società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione) precisa di aver agito con rapidità e professionalità per la gestione di tutto l’iter autorizzativo.

Il 30 agosto, infatti, il Comune di Monte San Savino ha presentato una richiesta di aumento di potenza della fornitura da 10 a 50 kW; già in data 7 settembre E-Distribuzione, dopo aver lavorato subito la pratica con i tempi tecnici del caso, ha inviato alla società di vendita un preventivo in cui si indicava con dovizia di dettaglio la necessità di lavori complessi (50 giorni lavorativi + opere a carico del cliente); soltanto il 18 ottobre, più di un mese dopo la comunicazione fatta da E-Distribuzione, la società di vendita con cui è contrattualizzata l’Amministrazione Comunale ha accettato il preventivo e il 28 ottobre il Comune ha comunicato di aver completato i lavori di propria competenza.



A quel punto, a inizio novembre, E-Distribuzione si è attivata immediatamente per programmare l’intervento di aumento potenza: in realtà, in virtù della normativa vigente la scadenza per l’esecuzione del lavoro è prevista per il 12 gennaio 2023, ma E-Distribuzione ha già calendarizzato eccezionalmente le operazioni per martedì 15 novembre, con un’interruzione temporanea del servizio elettrico concordata con il Comune e ristretta a poche utenze tra via del Popolo, via Don Aguzzi e via dell’Ulivo, a partire dalle ore 9:00 con conclusione entro il primo pomeriggio.

La figura di Rodolfo Siviero, il monument man italiano e il caso dell'Annunciazione del Beato Angelico di San Giovanni Valdarno

Domani, giovedì 10 novembre alle 17, è in programma il primo appuntamento del ciclo di conferenze “Dialoghi sull’arte” che si terranno a Palomar, la Casa della cultura. L'evento fa parte del ricco calendario di iniziative collegate alla mostra “Masaccio e Angelico. Dialogo sulla verità nella pittura”

In occasione della mostra “Masaccio e Angelico. Dialogo della verità nella pittura”, il Comune di San Giovanni Valdarno, con il Museo delle Terre Nuove, il Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie, Casa Masaccio, Centro per l’arte contemporanea e l’Associazione MUS.E hanno organizzato una serie di iniziative rivolte ai pubblici più diversi con l’obiettivo di avvicinare alle opere e ai temi dell’esposizione.
La mostra, allestita al Museo delle Terre Nuove e al Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie, fa parte del progetto Terre degli Uffizi de Le Gallerie degli Uffizi e Fondazione CR Firenze, all’interno dei rispettivi progetti Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei. Promossa dal Comune di San Giovanni Valdarno, “Masaccio e Angelico. Dialogo della verità nella pittura” è curata da Michela Martini, Daniela Parenti, Carl Brandon Strehlke e Valentina Zucchi.

E domani, giovedì 10 novembre alle 17 è in programma il primo appuntamento del ciclo di conferenze “Dialoghi sull’arte” che si terranno a Palomar, la Casa della cultura. “La figura di Rodolfo Siviero, il monument man italiano e il caso dell'Annunciazione del Beato Angelico di San Giovanni Valdarno”, il titolo dell'iniziativa che è un omaggio al critico d’arte, più noto come agente segreto dell’arte, Rodolfo Siviero. La cui capillare e pervicace azione di recupero di pitture e sculture sequestrate, rubate o illecitamente acquistate dai nazisti per compiacere Hitler e i suoi gerarchi come il maresciallo Goring, portò al salvataggio di numerosi capolavori tre dei quali esposti in mostra: l’Annunciazione del Beato Angelico, la Madonna del solletico di Masaccio e la Madonna dell’Umiltà di Masolino.

Sarà presente all'evento Attilio Tori, funzionario della Regione Toscana e direttore di Casa Museo Siviero, uno dei più fini conoscitori della sua complessa e articolata figura dai tempi dell’adesione al Fascismo, alla sua azione clandestina di spionaggio insieme a un gruppo di fidati collaboratori e a una fitta rete di conoscenze fino ai suoi incarichi governativi a capo dell'ufficio per il recupero delle opere d'arte trafugate e al suo più alto ruolo di ministro plenipotenziario.

Insieme a lui lo scrittore e storico Filippo Boni, autore del libro “Muoio per te" di Longanesi che spiegherà il perverso legame tra la terribile strage nazi-fascista di Cavriglia del Luglio 1944 e il tentativo di razzia della tavola dell’Angelico, allora custodita nel convento di Montecarlo.

In collegamento la storica dell’arte e insegnante Francesca Bottari, autrice di Rodolfo Siviero, Avventure e recuperi. Il più grande agente segreto dell’arte, Castelvecchi edizione 2013, racconterà le curiosità e le interessanti scoperte avvenute durante la sua accurata ricerca documentaria e archivistica per scrivere la biografia avventurosa e brillante di Siviero.

Una piacevole conversazione per conoscere da vicino un periodo oscuro e difficile dove però in mezzo ad eccidi, rappresaglie, perquisizioni, torture e depredazioni c’era anche chi, a costo della sua incolumità e vita, si adoperava senza sosta e con passione a contenere le razzie naziste e poi a recuperare gran parte del patrimonio museale di città come Firenze, Roma e Napoli.

Il giardino pubblico a fianco dell' Ardenza diventerà un parco inclusivo

Inizieranno la prossima settimana i lavori per la riqualificazione dello spazio verde che si trova fra il fiume Arno ed il Lungarno Risorgimento. Il progetto fa parte del programma dell'Amministrazione denominato “Un giardino all'anno”

Avranno inizio la prossima settimana i lavori al giardino pubblico a fianco dell'Ardenza che diventerà un parco inclusivo e accessibile. Il progetto fa parte del percorso denominato “Un giardino all'anno” promosso dall’Amministrazione comunale che consiste nella totale risistemazione di uno spazio attrezzato per i più piccoli ogni anno. E dopo il parco di via Genova toccherà adesso all'area attrezzata ad alta frequentazione situata fra il fiume Arno e il Lungarno Risorgimento sottoporsi al completo restyling.

Il giardino sarà riqualificato e sistemato ponendo particolare attenzione al contesto e all'accessibilità. I percorsi saranno privi di barriere architettoniche per permettere l'ingresso e il movimento non solo ai bambini ma anche agli adulti con disabilità. Un parco inclusivo deve infatti essere in grado di accogliere tutti, al di là del tipo di handicap o dell'età. Particolare attenzione sarà posta alla tipologia di giochi, la maggior parte dei quali potranno essere utilizzati da tutti i bambini. L'attenzione all'inclusione non deve determinare la creazione di luoghi speciali ovvero luoghi destinati solo a bambini disabili ma deve costruire contesti accoglienti e attraenti per tutti.

Per permettere i lavori, una parte del giardino sarà chiuso già dall'inizio della prossima settimana.

La prima fase degli interventi riguarderà le opere edili e gli arredi. Sarà effettuata la deimpermeabilizzazione delle superfici con demolizione della pavimentazione in bitume, saranno sistemati i giochi esistenti ed istallati quelli nuovi: scivolo, gioco a torre. Al posto delle piastrelle antitrauma esistenti è prevista una pavimentazione in gomma colata antitrauma colorata così come colorate saranno le panchine verniciate a zoning.

Dopo aver completato gli interventi di sistemazione del parco inizieranno quelli sulla vegetazione.
Saranno messe a dimora nuove specie arboree e nuove specie arbustive. Inoltre verrà effettuata la potatura selettiva con abbattimento di alcune specie botaniche esistenti. Le opere sulla vegetazione prevedono inoltre il ripristino del filare alberato sul Lungarno Risorgimento sia in corrispondenza del giardino a fianco dell'Ardenza sia oltre il distributore in direzione di Montevarchi.

1915-1918 Notizie dal fronte. La Prima Guerra Mondiale nei comunicati ufficiali tra propaganda e censura

Prosegue la rassegna per la promozione della lettura organizzata dal Comune di San Giovanni Valdarno in collaborazione con Unicoop Firenze – Bibliocoop di San Giovanni Valdarno e Associazione culturale Pandora. Venerdì 11 novembre il secondo appuntamento legato alle celebrazioni del 4 novembre, festa dell’Unità nazionale e la giornata delle forze armate

Proseguono gli appuntamenti con la rassegna per la promozione della lettura “Le piazze del sapere” organizzata dal Comune di San Giovanni Valdarno in collaborazione con Unicoop Firenze – Bibliocoop di San Giovanni Valdarno e Associazione culturale Pandora.

Dopo la presentazione del libro “Nessuna croce manca. L’epopea del milite ignoto 1921 – 2021” (edizioni Settore8) che si è svolta il 4 novembre, venerdì ci sarà il secondo appuntamento legato alle celebrazioni della Festa dell'unità nazionale e giornata delle forze armate.

Alle 17,30 a Palomar, la Casa della cultura di San Giovanni Valdarno, Fulvio Bernacchioni, intervistato dal giornalista del Corriere di Arezzo Michele Bossini, racconterà il suo libro “1915-1918 Notizie dal fronte. La prima guerra mondiale nei comunicati ufficiali fra propaganda e censura” (edizioni Tra le righe libri).

Quando ancora i mezzi di comunicazione erano limitati ed i canali social non esistevano l'opera di convincimento delle masse si faceva attraverso la stampa, anche diffondendo notizie abilmente costruite per eccitare o tranquillizzare l'opinione pubblica in base alla convenienza del momento. In questo senso la storia del primo conflitto mondiale è costellato di notizie che oggi verrebbero definite “fake news”. Un'indagine sul difficile rapporto tra guerra, giornalismo e potere politico.

Un libro che porta a riflettere sulle tecniche del condizionamento di massa arrivando fino ai giorni nostri “dove la libertà di stampa è sempre più incerta, mentre certo è il tentativo di condizionamento, per via giudiziaria o economica, dei mezzi d'informazione”.

Insignito del premio letterario Nabokov 2018 categoria inediti e finalista nella sezione “Giornalismo e Critica” del Concorso letterario “Mario Soldati 2020”.


Gli appuntamenti con Le Piazze del sapere proseguiranno per tutto il mese di novembre.

Il giorno seguente, sabato 12 novembre Enzo Brogi presenterà la sua ultima fatica letteraria “Frammenti. Sentieri di piccole storie” (edizioni Aska). Insieme a lui ci sarà il comico, cabarettista, attore e commediografo italiano Paolo Hendel.


Per qualsiasi informazione è possibile scrivere a palomar@comunesgv.it o chiamare il numero 055 9126303.


Fulvio Bernacchioni, iscritto all'Ordine dei Giornalisti da oltre trenta anni, è autore di numerosi libri. Dopo i primi titoli, incentrati sulla valorizzazione storico-turistica del territorio, Storie

e Leggende nella valle dell'Arno e Antiche cronache della valle dell'Arno segnano il passaggio

ad un genere nuovo, basato su ricerche d'archivio e testimonianze orali.

Ricasoli. Storia di una castello e di una comunità, dove ha coordinato il gruppo di lavoro interdisciplinare, ha portato nuova luce sul borgo dal quale ha tratto il nome una delle

più antiche famiglie toscane. Con 1915-1918 Notizie dal fronte l'attenzione si è spostata sulla storia contemporanea.

Grande attesa per la presentazione del libro di Enzo Brogi “Frammenti. Sentieri di piccole storie”. Sarà presente a Palomar anche Paolo Hendel

Sabato 12 novembre alle 17,30 alla Casa della cultura di San Giovanni Valdarno, appuntamento con la rassegna per la promozione della lettura “Le piazze del Sapere”. A raccontare il libro del giorno, oltre all'autore, anche il cabarettista, attore e commediografo fiorentino Paolo Hendel.

Appuntamento da non perdere nella rassegna per la promozione della lettura “Le piazze del sapere” organizzata dal Comune di San Giovanni Valdarno, in collaborazione con Unicoop Firenze – Bibliocoop di San Giovanni Valdarno e Associazione culturale Pandora.

Sabato 12 novembre alle 17,30 a Palomar il giornalista e scrittore valdarnese Enzo Brogi, che ha da poco concluso la sua esperienza come presidente di Corecom Toscana, presenterà il suo ultimo libro “Frammenti. Sentieri di piccole storie” (Edizioni Aska).

Ad accompagnarlo nel racconto del volume, il comico, cabarettista, attore e commediografo italiano Paolo Hendel, espressione della più pungente satira della realtà sociale e politica del nostro Paese.

“Frammenti” racconta la tenerezza dell’infanzia, gli amori mancati e gli acerbi ideali dell’adolescenza, l’Italia delle canzoni e delle stragi, la lotta per un mondo più giusto, l’ostinata passione per la politica e il disperato tentativo di capire ciò che non va standoci in mezzo. Sono dunque i momenti più intimi vissuti al di là della strada ufficiale di Enzo Brogi politico, del sindaco acclamato, del giornalista e quant’altro. Sono anche gli incontri con chi vive in un mondo più lontano e diverso dal suo, ancora in cerca di una possibile rotta. Guardando piccoli frammenti di un affresco è possibile immaginare il dipinto intero, come osservando un pezzo del coccio, pensiamo al vaso. Per questo che dopo aver letto i “frammenti” di Brogi sembrerà di conoscerlo molto. Di capire come quei piccoli pezzi stanno insieme soprattutto grazie a quel costante e inconfondibile tratto di umanità. Frammenti, schegge che attraversano proprio quei sentieri, quelle strade che l’autore riesce a descrivere, fino in fondo.



Enzo Brogi nasce sul Pratomagno. Gli scout, la militanza a Lotta Continua, poi il Pci e a seguire tutte le successive divisioni e i ricongiungimenti della sinistra. Sindaco a Cavriglia e consigliere regionale. La cultura, la musica, la cannabis terapeutica, le carceri: in prima linea nelle battaglie per i diritti. Giornalista a tempo perso, collabora con quotidiani e riviste, è direttore del periodico PratoMagno, ama scrivere e raccontare ciò che osserva. Altre Direzioni (Clichy) e A sinistra il Pratomagno (Aska), le sue ultime pubblicazioni. Enzo Brogi ha da poco concluso la sua esperienza come presidente di Corecom Toscana



Paolo Hendel nasce a Firenze dove si laurea in lettere. Negli anni ottanta inizia a scrivere monologhi comici per il teatro che lo fanno conoscere al pubblico. Dal 1996 al 1998 e nel 2001 è ospite fisso di Mai dire gol, creatura televisiva della Gialappa's Band, dove nasce il personaggio di Carcarlo Pravettoni, parodia del più cinico e spietato uomo d'affari. Si fa conoscere anche nel mondo del cinema. I Giancattivi lo vogliono sul set del film A Ovest di Paperino, nel 1982 è sul set di La notte di San Lorenzo dei fratelli Taviani. Negli anni successivi interpreta Cavalli si nasce di Sergio Staino, Domani accadrà e La settimana della sfinge di Daniele Luchetti e Paura e Amore di Margarethe von Trotta. Nel 1986 ha una parte in Speriamo che sia femmina di Mario Monicelli.

Il grande pubblico impara a conoscere e apprezzare Hendel anche per la sue interpretazioni nei film Il Ciclone e Il pesce innamorato del conterraneo Leonardo Pieraccioni e Amici miei come tutto ebbe inizio di Neri Parenti. Particolarmente intensa la sua attività teatrale: dal 1990 scrive e interpreta numerosi monologhi. Dal 2006 al 2008 è in scena con lo spettacolo Il bipede barcollante, scritto con Piero Metelli e Sergio Staino. Nel 2009 debutta Il tempo delle susine verdi, scritto con Piero Metelli. Per la stagione 2011-2012 ha portato in scena lo spettacolo teatrale Molière a sua insaputa, di cui è autore con Leo Muscato. Nel 2014 è in scena con lo spettacolo Come truffare il prossimo e vivere felici, scritto con Marco Vicari e Francesco Borgonovo e in parte tratto dall'omonimo libro edito Mondadori. Nel 2017 debutta con un nuovo spettacolo teatrale, Fuga da via Pigafetta, scritto con Marco Vicari e Gioele Dix, che ne firma anche la regia.

Nel 2018 è uscito per Rizzoli La giovinezza è sopravvalutata. Il manifesto per una vecchiaia felice, scritto con Marco Vicari, con il contributo scientifico della geriatra Maria Chiara Cavallini. A quest'ultimo è ispirato l'omonimo spettacolo teatrale, scritto sempre con Marco Vicari e diretto da Gioele Dix.

50 candeline sulla torta del Moto Club Castiglion Fiorentino “Fabrizio Meoni” verranno spente sabato prossimo 12 novembre alle 18.30 in sala San Michele

Festa di compleanno sabato prossimo per il Moto Club Castiglion Fiorentino “Fabrizio Meoni”.

Sabato 12 novembre alle ore 18.30 in Sala San Michele il Moto Club spegnerà 50 candeline e ripercorrerà, durante una semplice cerimonia, tutti gli anni di attività. “La storia di Castiglion Fiorentino raccontata attraverso le gesta dei nostri motociclisti, un racconto sulle due ruote” afferma Massimo Segantini, presidente del Moto Club. Le origini del Moto Club Castiglion Fiorentino “Fabrizio Meoni” risalgono alla fine degli anni 1960 quando un gruppo di appassionati castiglionesi, pionieri della disciplina del fuoristrada a due ruote motorizzate, si cimentano nella partecipazione alle gare di regolarità prima con la sezione della associazione motociclistica aretina poi alla fine del 1971 costituendosi autonomamente in “Moto Club Castiglion Fiorentino” con prima affiliazione alla Federazione Motociclistica Italiana e organizzazione nel 1972. Da allora è stata una costante e crescente successione d’impegni organizzativi, sia a Castiglion Fiorentino che nei paesi limitrofi e oltre, con una costante crescita nella tipologia e nell’importanza degli impegni assunti e gestiti con riconosciuta capacità e merito. “Nel 2005, a seguito del tragico e funesto evento dell’11 gennaio giorno in cui l’indiscusso e indimenticabile campione castiglionese Fabrizio Meoni ha perso la vita durante una tappa della Parigi-Dakar è venuto il momento d’integrare la denominazione della società con il suo nome divenendo ‘Moto Club Castiglion Fiorentino Fabrizio Meoni” – continua Segantini che aggiunge “siamo poi passati dalle prime gare fine a se stesse delle feste paesane alle gare di Campionato Provinciale per salire poi al Campionato Regionale e alle selettive Interregionali per la partecipazione ai Campionati Italiani”. Nel 1979 arrivò il momento di debuttare nello scenario dei Campionati Nazionali con una finale del Campionato Italiano Juniores. Nel 1980 venne fatto il “grande passo” ed il sogno di una piccola realtà come quella del Moto Club si realizza ospitando il Campionato Italiano della Regolarità ovvero il professionismo e i big di specialità che da allora sono tornati per ben 9 volte a calcare gli splendidi scenari della nostra terra. “Nel 2009, trenta anni dopo il debutto nazionale, travalichiamo i confini nazionali e ci affacciamo al balcone d’Europa proponendo quegli stessi scenari ad una prova del Campionato Continentale e soprattutto ad una prima continentale per quanto riguarda l’assegnazione dei titoli per rappresentative nazionali, fino ad arrivare ai giorni nostri con il Campionato Mondiale Enduro” conclude il presidente Massimo Segantini. “Tra le tante associazioni sportive più longeve di diritto ricopre un ruolo di primaria importanza il Moto Club di Castiglion Fiorentino che dal 2005 ha l’onere e l’onore di essere intitolato all’indimenticabile Fabrizio Meoni. Un tributo dovuto da parte dell’amministrazione comunale a tutti gli appassionati di questo sport che danni s’integra tra la comunità e il paesaggio” dichiara il sindaco Mario Agnelli.

“Mondovisioni” approda a Castiglion Fiorentino

Nel prossimo mese di marzo previste 4 proiezioni di docu film introdotte da altrettanti incontri di approfondimento.

Si chiama “Mondovisioni” ed è la nuova rassegna di docu-film, nata sulla linea editoriale di “Internazionale” su attualità, diritti umani e informazione che approda a Castiglion Fiorentino. Prato e la città della Torre del Cassero sono, ad oggi, le uniche località toscane che hanno aderito al progetto di respiro nazionale che presenta i più appassionanti e urgenti documentari selezionati dai maggiori festival e proposti in esclusiva per l’Italia. “La scelta di aderire al progetto è nata all’indomani della nostra partecipazione al Festival d’Internazionale tenutasi a Ferrara” spiega l’assessore alla Cultura, Massimiliano Lachi, che aggiunge “nel prossimo mese di marzo sono previste 4 proiezioni che saranno affincate da altrettanti incontri-dibattito di approfondimento introdotti e curati dal professor Alberto Mariotti con il quale abbiamo inziato una collaborazione con la partecipazione di ospiti che hanno profonda conoscenza dei temi trattati”. Il nome di Castiglion Fiorentino comparirà nella programmazione nazionale della rassegna “Mondovisioni” regalando, così, alla cittadina un’ulteriore occasione di ribalta nazionale. “Un progetto che, analizzando avvenimenti contemporanei, offre allo spettatore di turno chiavi di lettura che gli consentono anche una visione diversa di quello stesso evento” conclude l’assessore Lachi.

“Olivino”: un nuovo progetto che include la XVI edizione del concorso “Le vie dell'olio sono infinite” e la prima edizione di “Cavigna”

Una duplice veste, quest'anno, per il concorso dedicato alle eccellenze del territorio: una sezione dedicata all'olio Evo, al quale si aggiunge la prima edizione di “CaVigna” il concorso enologico del rosso cavrigliese

Sabato 26 novembre torna l’appuntamento con il Concorso “Le vie dell'olio sono infinite”, giunto alla XVI edizione e dedicato all'olio EVO del territorio comunale.

Per le aziende del settore, ma anche per i coltivatori amatoriali, sarà di nuovo occasione per promuovere un prodotto che da sempre contraddistingue, più di ogni altro, la nostra tradizione. L'olio infatti è senza ombra di dubbio una delle eccellenze del territorio di Cavriglia. Basti pensare ai prestigiosi riconoscimenti internazionali ottenuti dall' ”Oro verde” cavrigliese nel corso degli anni, dalle rassegne internazionali alle guide slow food.

La selezione sarà effettuata da una Commissione composta da assaggiatori iscritti all'AICOO (Associazione Italiana Conoscere l'Olio di Oliva) e da un referente del Distretto Rurale Valdarno Superiore che patrocina la manifestazione.

Ma quest’anno si aggiunge la novità della prima edizione di “CaVigna2022 Miglior Vino Rosso del Comune di Cavriglia”, il concorso enologico del rosso cavrigliese.

che sarà riservato a tutte le aziende del territorio comunale con vini appartenenti a tutte le categorie di vino rosso, per le annate dal 2015 al 2021, qualsiasi siano la tipologia di vitigno e la vinificazione. Sarà possibile presentare un massimo di tre etichette, la cui selezione sarà in questo caso affidata ad una Commissione formata da sommelier e degustatori dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) Delegazione di Arezzo.

Per entrambi i concorsi la valutazione si svolgerà dalle 14:30 di sabato 26 novembre presso il Palazzo Comunale a porte aperte: alle 17.00 nella Sala Consiliare avverrà il conferimento dei premi e degli attestati.

A breve sarà pubblicato il bando con le specifiche per la partecipazione sul sito istituzionale del Comune: www.comune.cavriglia.ar.it